Per la cessione di Benatia prossime 24 ore decisive. Sabatini aspetta l’offerta giusta del Bayern

Per arrivare alla fumata bianca i tedeschi dovranno fare uno sforzo economico e mettere sul piatto quei 30 milioni (tra fisso e bonus) che la Roma ha richiesto.

di finconsadmin

Tutti i giocatori hanno un prezzo, e devono essere venduti per quello giusto. E’ la massima con cui la Roma si appresta ad affrontare la stretta finale del mercato. Non avendo ancora ricevuto dal Bayern Monaco un’offerta ritenuta congrua per Medhi Benatia, il ds giallorosso Walter Sabatini ha deciso di rinviare il viaggio in Baviera per la cessione del difensore marocchino, restando tutto il giorno a Trigoria, dove c’e’ la convinzione che le prossime 24 ore saranno quelle decisive per l’operazione. Per arrivare alla fumata bianca i tedeschi dovranno fare uno sforzo economico e mettere sul piatto quei 30 milioni (tra fisso e bonus) che la Roma ha richiesto. Una volta partito Benatia, Sabatini chiudera’ per il greco Manolas (che potrebbe gia’ ritrovarsi in campo sabato prossimo con la Fiorentina visti i problemi fisici di Castan), e decidera’ se prendere anche il montenegrino Basa (dal Lille), mandando Romagnoli a giocare in prestito alla Sampdoria. Diverso il discorso per Mattia Destro: l’attaccante e’ stato richiesto dal Milan, ma l’offerta di Galliani non si e’ avvicinata nemmeno lontanamente alla valutazione che Sabatini fa del giocatore (25 milioni). Ecco quindi che, senza rilanci rossoneri, o magari del Chelsea, Destro non si muovera’ dalla Capitale. Dove venerdi’ prossimo sbarchera’ James Pallotta, atteso il giorno prima a Montecarlo per i sorteggi della Champions League. Il presidente restera’ poi a Roma per l’esordio in campionato all’Olimpico con la Fiorentina e successivamente incontrera’ il sindaco Marino per la questione legata al nuovo stadio di Tor di Valle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy