Per Andreazzoli nove punti in quattro gare. Negli ultimi 25 anni solo Montella ha esordito meglio

di finconsadmin

(di Alessio Nardo) E’ l’uomo nuovo venuto da Trigoria. Il tattico, l’eterno numero due, colui che per anni ha vissuto nell’ombra ed ora assapora un inatteso ruolo da protagonista. Aurelio Andreazzoli, ad un soffio dai 60 anni, si ritrova in prima linea. Nel giro di un mese ha aggiustato la Roma, rimettendola in corsa per il terzo posto Champions che lo scorso 1? febbraio, dopo il mesto naufragio interno col Cagliari (ultimo atto della gestione Zeman), era distante ben nove punti. Ora le lunghezze da recuperare sono “solo” cinque ed ? cambiato l’obiettivo: non pi? la Lazio, ma il Milan, severamente bastonato all’Olimpico il 22 dicembre scorso.

 

Ergo, missione difficile ma non impossibile. Quel che conta, mettendo nel mirino anche la semifinale di ritorno di Coppa Italia con l’Inter del 17 aprile (altro appuntamento chiave della stagione), ? aver ritrovato la vera Roma. Pratica e pragmatica, solida e vincente. Una squadra che non brilla, o lo fa solo a tratti, ma riesce comunque ad agguantare il risultato grazie ad una qualit? complessiva di prim’ordine ed un pizzico di fortuna. Andreazzoli, archiviato l’esordio amaro con la Sampdoria, ha dipinto una Roma nuova. Nel modulo, negli uomini, nello spirito. Dentro i pi? bravi, a casa (o meglio, in panchina) i prediletti allievi del boemo, spazio a soluzioni tattiche intriganti ed efficaci. Dulcis in fundo, il mister ? riuscito a trasmettere al gruppo quella serenit? che ? evidentemente mancata nei mesi precedenti. Poche mosse, ma intelligenti. Da persona sapiente, da uomo di calcio. E la giostra giallorossa, d’incanto, ha ripreso a girare.

 

Tre vittorie di fila, contro Juve, Atalanta e Genoa. Nove punti in quattro gare, otto gol fatti e sei subiti. Questi i numeri del primo mese targato Andreazzoli. Un debutto felice, confermato anche dalla storia. Negli ultimi 25 anni di Roma, solo un allenatore esordiente ha saputo far meglio di Aurelio. Ossia, Vincenzo Montella, che dal 23 febbraio al 13 marzo 2011, dopo aver sostituito il dimissionario Ranieri, rimedi? tre successi (con Bologna, Lecce e Lazio) ed un pari (col Parma), per un totale di 10 punti. Tutti gli altri hanno fatto peggio. Radice, il primo Zeman (anno 1997-1998), Capello e Ranieri esordirono con otto punti nelle prime quattro gare (frutto di due successi e due pari). Sette i punti conquistati da Carlos Bianchi, Luciano Spalletti e dal secondo Zeman (2012-2013), grazie a due vittorie, un pari ed un ko. L’altro Bianchi, Ottavio, nel 1990-1991 raccolse sei punti. Uno in pi? rispetto a Boskov, Delneri e Luis Enrique. Magro il bottino di quattro punti ottenuto da Mazzone e Voeller. Misero misero il punticino conquistato dal duo Liedholm-Sella (1996-1997) e da Bruno Conti (2004-2005).

 

TECNICI GIALLOROSSI ALL’ESORDIO
10 punti – VINCENZO MONTELLA (2010-2011) tre vittorie, un pareggio, zero sconfitte
9 punti – AURELIO ANDREAZZOLI (2012-2013) tre vittorie, zero pareggi, una sconfitta

8 punti – CLAUDIO RANIERI (2009-2010) due vittorie, due pareggi, zero sconfitte
8 punti – FABIO CAPELLO (1999-2000) due vittorie, due pareggi, zero sconfitte
8 punti – ZDENEK ZEMAN (1997-1998) due vittorie, due pareggi, zero sconfitte
8 punti – GIGI RADICE (1989-1990) due vittorie, due pareggi, zero sconfitte
7 punti – ZDENEK ZEMAN (2012-2013) due vittorie, un pareggio, una sconfitta
7 punti – LUCIANO SPALLETTI (2005-2006) due vittorie, un pareggio, una sconfitta
7 punti – CARLOS BIANCHI (1996-1997) due vittorie, un pareggio, una sconfitta
6 punti – OTTAVIO BIANCHI (1990-1991) due vittorie, zero pareggi, due sconfitte
5 punti – LUIS ENRIQUE (2011-2012) una vittoria, due pareggi, una sconfitta
5 punti – GIGI DELNERI (2004-2005) una vittoria, due pareggi, una sconfitta
5 punti – VUJADIN BOSKOV (1992-1993) una vittoria, due pareggi, una sconfitta
4 punti – RUDY VOELLER (2004-2005) una vittoria, un pareggio, due sconfitte
4 punti – CARLO MAZZONE (1993-1994) una vittoria, un pareggio, due sconfitte
1 punto – BRUNO CONTI (2004-2005) zero vittorie, un pareggio, tre sconfitte
1 punto – NILS LIEDHOLM (1996-1997) zero vittorie, un pareggio, tre sconfitte

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy