Pellissier: “Troppe pressioni su Zaniolo, rischia di finire come Balotelli”

L’ex bomber del Chievo teme le eccessive attenzioni sul centrocampista della Roma: “Rischia di non avere più ambizioni ancor prima di iniziare”

di Redazione, @forzaroma

Sergio Pellissier si racconta. L’ex capitano e bomber del Chievo ha ripercorso la sua carriera dicendo anche la sua sui talenti di oggi, come Nicolò Zaniolo. “Ha tanta qualità, però se un giovane ha subito tutte queste pressioni e tutte queste attenzioni, rischia di non avere più ambizioni ancor prima di iniziare e questo può essere un problema. Balotelli ne è stato l’esempio. Grandissime qualità, ma le troppe pressioni non gli hanno permesso di fare bene come avrebbe potuto. O si fa una grandissima carriera come Totti, oppure si finisce per pagare tutte le troppe attenzioni”, ha detto Pellissier a ’90min.com’.

L’ex attaccante e dirigente del Chievo è poi tornato a parlare dei suoi gol: “Le mie esultanze non erano mai costruite, io esultavo per sfogarmi e perché ero riuscito a centrare il mio obiettivo ed era bellissimo. Poi ovviamente, se fai 3 gol a Torino contro la Juve sei un idolo, fai gol di tacco a Marassi ed è fantastico. Ho fatto gol alla Lazio. Feci un gol contro la Roma che passò in sordina e se lo avesse fatto Totti sarebbe venuto giù il mondo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy