Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Pellegrini salva la Roma: 2-1 contro il Cagliari. Mourinho torna a sorridere

Getty Images

I giallorossi soffrono come sempre in casa dei sardi, ma conquistano i tre punti di rimonta con una perla del capitano. Di Ibanez l’altra rete. Quarto posto conservato. Esordio per Felix

Valerio Salviani

Una perla di Pellegrini scaccia via le paure e i brutti pensieri. La Roma torna alla vittoria battendo il Cagliari 2-1 in rimonta. Al gol di Pavoletti, rispondono Ibanez di testa e il capitano, che su punizione tira fuori dal cilindro il coniglio che vale tre punti pesanti. Mourinho in tribuna è una furia e lancia a sorpresa il giovane Felix. Una mossa che si rivela vincente. Prestazione da applausi per il 2004. La vittoria è anche sua, il quarto posto è salvo. La Roma sale a 19 punti e tiene sotto Atalanta e Lazio, conquistando terreno sulla Juventus. Domenica la sfida con la capolista Milan all’Olimpico.

Roma soporifera, il Cagliari non rischia: al 45’ è 0-0

Mourinho tiene fede alle promesse e con il Cagliari schiera lo stesso undici scelto col Napoli. Nessun problema per Abraham e Mkhitaryan, entrambi non al cento percento ma regolarmente in campo. I padroni di casa, senza l’ex Strootman, partono meglio e all’8’ sorprendono la difesa giallorossa con un lancio di Marin per Bellanova. L’esterno riceve palla in area, stoppa e calcia forte e teso, colpendo in pieno la traversa. Rui Patricio ringrazia. La risposta della Roma arriva dagli sviluppi di un corner: Pellegrini batte tagliato sul primo palo e trova la testa di Cristante, ma girata del numero 4 finisce alta. Dopo un avvio così così la squadra di Mourinho (oggi squalificato) prende campo, ma non riesce a incidere come dovrebbe negli ultimi 25 metri. La difesa a cinque di Mazzarri tiene bene gli uno contro uno. Zaniolo sulla destra non riesce a far valere la forza fisica.

Il grande enigma delle ultime partite della Roma è “come servire Abraham?”. Anche oggi l’inglese fa fatica a farsi vedere e i compagni non lo aiutano troppo. Colpa soprattutto dei ritmi bassi. Il possesso palla della Roma è lento, gli spazi giusti non si creano. Al 33’ ci prova Karsdorp a servire l’inglese con un cross da destra sul secondo palo, ma il colpo di testa è deviato in corner da un avversario. Poco dopo un’altra occasione nata sul versante opposto, stavolta è Vina a crossare (male), interviene Cragno (peggio) che rinvia addosso ad Abraham, ma la deviazione dell’ex Chelsea si spegne sul fondo. Prima del fischio finale di Pezzuto è ancora pericoloso il Cagliari con un cross basso di Lykogiannis, sul quale Veretout è bravo a intervenire prima di guai peggiori. Il primo tempo finisce con un tiro di Zaniolo dai 25 metri, che finisce distante dalla porta.

Roma di rimonta: sblocca Pavoletti, Ibanez e Pellegrini firmano i tre punti

Alla ripresa non c’è più Mkhitaryan in campo, ma El Shaarawy. Fa preoccupare Abraham che resta a terra dopo un contrasto, ma come spesso accade dopo qualche minuto si rialza e torna in campo. La Roma non riesce a incidere, il Cagliari colpisce al primo tiro in porta. Pasticcio della coppia Vina-Ibanez: l’uruguaiano buca l’intervento di testa, la palla sbatte su Bellanova e finisce a Pavoletti, l’attaccante ha il tempo di stoppare e battere Rui Patricio. Ibanez guarda senza reagire. Uno a zero per i sardi. Mourinho reagisce con una mossa a sorpresa: fuori Vina, dentro il baby Felix. Sembra una mossa disperata, ma il ghanese fa subito vedere di non essere capitato lì per caso. Alla prima occasione sfiora l’1-1. Il suo ingresso rianima la Roma, che in successione ha tre occasioni da gol nitide. La prima ce l’ha Zaniolo, che su cross dalla sinistra stacca di testa e mette di poco al lato.

 

 

Dopo il numero 22 tocca a Pellegrini sfiorare il pari. Bellissima azione della Roma, palla a Karsdorp che da destra mette in mezzo con il classico cross teso, spizzata di Felix e traversa piena colpita dal capitano dopo una conclusione in spaccata. La palla non sembra aver intenzione di entrare. Si iscrive al gruppo anche Mancini, che con il solito colpo di testa in mischia non trova la porta di un soffio. La maledizione si interrompe al 71’. A trovare il gol è Ibanez. Pellegrini crossa da calcio d’angolo, stacco perfetto del brasiliano che colpisce ancora una volta il palo, ma stavolta fa gol. La Roma ha 20’ per segnare il gol vittoria. Il Cagliari è sparito, i giallorossi provano ad approfittarne. E ci riescono. L’uomo della provvidenza è ancora Lorenzo Pellegrini, che su calcio di punizione trova un incredibile incrocio dei pali su cui Cragno non riesce a intervenire. Nei dieci minuti finali il Cagliari cerca il pari, ma nonostante l’ingresso di Keita non riesce mai a impensierire Rui Patricio. Mourinho nel finale si copre con Calafiori e Kumbulla e riesce a conquistare la vittoria. La Roma batte il Cagliari 2-1.

 

Il tabellino di Cagliari-Roma 1-2

Cagliari (4-4-2): Cragno; Zappa, Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis; Bellanova, Grassi, Marin, Deiola; Pavoletti, Joao Pedro. A disposizione: Radunovic, Aresti, Pereiro, Delpupo, Obert, Altare, Keita, Farias, Oliva. All.: Mazzarri

Roma (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Ibanez, Mancini, Vina (57’ Felix); Cristante, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan (45’ El Shaarawy); Abraham A disposizione: Fuzato, Kumbulla, Calafiori, Tripi, Darboe, Bove, Volpato, Zalewski, Perez, Shomurodov. All.: Joao Sacramento

Arbitro: Puzzuto. Guardalinee: Ranghetti e Palermo. IV uomo: Baroni. Var: Giacomelli. Avar: Liberti.

Marcatori: 52’ Pavoletti, 71’ Ibanez, 78’ Pellegrini

NOTEAmmoniti: 77’ Lykogiannis, 79’ Pellegrini, 79’ Abraham, 83’ Calafiori, 87’ Bellanova