Pellegrini, parla il prof. Santucci: “La fascite plantare non ha inciso. Guarigione inferiore ai 2 mesi”

Pellegrini, parla il prof. Santucci: “La fascite plantare non ha inciso. Guarigione inferiore ai 2 mesi”

Le parole del chirurgo che stamattina ha operato il centrocampista della Roma: “Al periodo di guarigione va comunque aggiunta la riatletizzazione. La frattura del quinto metatarso è molto frequente negli sportivi e nei calciatori”

di Redazione, @forzaroma

L’infortunio di Lorenzo Pellegrini continua a far discutere. Questa mattina il centrocampista della Roma si è sottoposto a un intervento di osteosintesi a causa di una frattura del quinto metatarso destro rimediata domenica scorsa contro il Lecce. Nel pomeriggio il professor Attilio Santucci, il chirurgo dell’équipe del prof. Mariani che ha operato il numero 7 giallorosso, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare dell’intervento chirurgico. Ecco le sue parole: “La fascite plantare può aver inciso sulla frattura? Sicuramente no, perché è una patologia delle parti molli, mentre il giocatore ha riportato una frattura che è molto frequente negli sportivi e nei calciatori. È una lesione che negli atleti va quasi sempre operata, perché senza l’intervento sarebbe soggetta a ricadute. L’intervento consiste, oltre che nella riduzione della frattura, nella stabilizzazione in modo tale che il periodo di guarigione coincida con quello di recupero dell’atleta. Il periodo di recupero? La Roma ha stimato 2 mesi. Bisogna precisare che per quel che riguarda la guarigione il tempo è ridotto, a questo però va aggiunto il tempo necessario al rientrare in forma e su questo i medici della società, che sono molto preparati, potranno valutare nel migliore dei modi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy