Pastore: “Mi sarebbe piaciuto restare al PSG, ma c’erano giocatori più forti di me”

Il trequartista argentino: “Sentivo di dover cambiare aria. Ho visto la Roma come un progetto per il futuro”

di Redazione, @forzaroma

Faranno sicuramente discutere le dichiarazioni di Javier Pastore alla vigilia della finale di Champions League tra PSG e Bayern Monaco. Intervistato da “L’Equipe”, il trequartista argentino è tornato sull’addio alla squadra parigina. Queste le sue parole: “Ho visto la Roma come un progetto per il futuro. Sono molto orgoglioso del PSG e di quanto sia migliorato, ora è uno dei club migliori d’Europa. Mi sarebbe piaciuto giocare con questa squadra. Ero combattuto durante il mio addio: dal punto di vista calcistico, volevo cambiare club perché non mi sentivo più importante. Sapevo che erano arrivati giocatori più forti di me e non potevo aspettare che qualcuno fosse stanco o infortunato per giocare. D’altra parte mi sarebbe piaciuto restare, perché il presidente mi propose altri tre o quattro anni di contratto. Parigi è una città speciale per me, è dove mi sono sposato e i miei figli sono cresciuti, lì ho vissuto i momenti più felici della mia vita“. Sulla sfida di stasera, Pastore ha detto: “Il PSG ha chiara la strada da seguire in futuro. Vincere la Champions sarebbe fantastico, ma anche qualora dovesse avere la meglio il Bayern, rimarrebbe comunque un grande successo”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ProfRicky61 - 2 mesi fa

    Spero che tu li possa allora raggiungere presto, dopo l’operazione sarai piú forte di prima!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy