Il Parma interrompe la corsa della Roma: 2-0 al Tardini. Giallorossi sesti – FOTO

Il Parma interrompe la corsa della Roma: 2-0 al Tardini. Giallorossi sesti – FOTO

Decide il gol di Sprocati. Nel finale il raddoppio di Cornelius. I giallorossi si svegliano tardi e vengono fermati dal palo e da un grande Sepe. Persi terzo, quarto e quinto posto in un colpo. Ora la sosta

di Valerio Salviani, @vale_salviani

PARMA – Il palo, Sepe, Sprocati. Poi ancora Sepe e alla fine Cornelius. Stavolta Parma non sorride alla Roma, che esce battuta dal Tardini per 2-0. Ci si aspettava Gervinho, segna il suo sostituto. Sprocati fa piangere i giallorossi, che in un colpo solo si ritrovano dal terzo al sesto posto. Un primo tempo sottotono e un Sepe in giornata super chiudono il cerchio. Chiude il gol di Cornelius nel recupero. Arriva la sosta, stavolta al momento giusto. Il tour de force alla fine ha piegato Fonseca e i suoi.

A VISO APERTO – Vincono Cagliari e Lazio e per tenere al sicuro il terzo posto la Roma è costretta a uscire dal Tardini con tre punti. Fonseca rispetta i pronostici e cambia il solo Santon rispetto alla sfida di ‘Gladbach. Dento Spinazzola, recuperato dopo la noia muscolare. Meglio i giallorossi in avvio, subito pericolosi prima con Zaniolo e poi con Fazio di testa. Al 16’ Gervinho ha l’occasione per far male alla sua ex squadra, ma il tiro dell’ivoriano su schema da calcio d’angolo è alto. Due minuti più tardi Pau Lopez è bravo a deviare in angolo un tiro insidioso di Cornelius. Partita aperta, Roma e Parma non si risparmiano.

POCA ROMA – La partita di Spinazzola dura appena ventisei minuti. I guai fisici non lasciano in pace il terzino, che deve lasciare il posto a Santon. La Roma continua a tenere in mano il possesso della palla, ma sbaglia spesso l’ultima scelta. Il Parma invece quando si affaccia dalle parti di Pau Lopez fa paura. Al 38’ è Gagliolo a impensierire lo spagnolo, ma il tiro da buona posizione è debole. Al 42’ per la squadra di Fonseca ci prova Kluivert da fuori (primo tiro in porta dei giallorossi): conclusione potente e centrale, Sepe blocca. La sfortuna si bilancia quando al 45’ anche Gervinho è costretto a chiedere il cambio per infortunio. Al suo posto Sporcati. Giallorossi poco incisivi nella prima frazione. Meglio i padroni di casa. Si va a riposo sullo 0-0.

SEPE-SPROCATI, ROMA SOTTO – Il secondo tempo riparte lento, la trama del match non cambia: la Roma tiene palla, il Parma aspetta per ripartire. Al 54’ Kolarov prova a farsi un regalo per il suo 34esimo compleanno: il serbo calcia la solita punizione perfetta ma la palla stavolta si stampa sul palo. Sulla ribattuta arriva come un rapace Pastore che calcia ancora di prima intenzione, ma Sepe tira fuori dal cilindro la parata della serata, mettendo la palla in angolo con un riflesso da fenomeno. Si resta sullo 0-0. Cengiz Under prende il posto di Pastore al 65’. Bene in gestione il Flaco, ma troppo lezioso sotto porta. Nel miglior momento della Roma, arriva la doccia fredda. Gagliolo mette in mezzo da sinistra e trova Sprocati, girata di prima intenzione e palla che supera Pau Lopez. Parma in vantaggio.

DA TERZI A SESTI – La Roma accusa il colpo e il Parma sfiora il raddoppio. Cornelius si gira bene in area e prova il tiro, ma Pau Lopez si distende a sinistra e salva i suoi. Al 75’ altra occasione per l’attaccante gialloblù, lancianto in contropiede da Kulusevski, ma il suo tiro stavolta è largo. La reazione dei giallorossi è targata Zaniolo, che al 77’ lascia partire un gran sinistro da fuori, sul quale è ancora bravo Sepe, che devia in angolo. All’84’ è Under che cerca il colpo giusto, ma ancora una volta il portiere degli emiliani ci mette una pezza. Pau Lopez, ancora decisivo su Kulusevski, tiene vive le speranze nei minuti finali. Il gol però lo fa di nuovo il Parma, che con Cornelius in contropiede stavolta non perdona. Finisce 2-0. La Roma perde la seconda partita stagionale e si tuffa nella sosta, per recuperare energie e uomini.

 

 

TABELLINO

Parma-Roma 2-0
Marcatori:
69′, Sprocati, 93′ Cornelius

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Gagliolo (84′ Bruno Alves); Kucka, Scozzarella (71′ Barillà), Hernani; Kulusevski, Cornelius, Gervinho (45′ Sprocati).
A disposizione: Colombi, Alastra, Laurini, Gius. Pezzella, Brugman, Camara, Adorante.
Allenatore: Roberto D’Aversa.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola (26′ Santon), Smalling, Fazio (71′ Diawara), Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore (65′ Under), Kluivert; Dzeko.
A disposizione: Mirante, Fuzato, Florenzi, Juan Jesus, Calafiori, Antonucci, Perotti.
Allenatore: Paulo Fonseca.

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Assistenti: Tolfo e Di Vuolo
IV Uomo: Ghersini
Var: Banti
AVar: Alassio

NOTE Ammoniti: 11′ Zaniolo, 24′ Scozzarella, 75′ Barillà, 76′ Hernani, 78′ Kluivert.
Spettatori: 18532, 3800 ospiti
Incasso: 317081, 71

LA CRONACA DEL PREPARTITA

Ore 17.15 – La Roma si prepara a cominciare il riscaldamento: entrano in campo i portieri.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy