Paredes ricorda le bravate a Roma: “Che incidente con Iturbe e Perotti”

Il centrocampista del PSG racconta il retroscena al cardiopalma vissuto nella capitale

di Redazione, @forzaroma

Retroscena da batticuore, quelli venuti fuori dalle confessioni di Leandro Paredes sul suo periodo romano. L’ex centrocampista giallorosso, ora in forza al Paris Saint Germain, stuzzicato da Perotti e Iturbe, ha voluto raccontare i segreti dei tre caballeros e le loro scorribande a Roma. Così, il talento argentino, ha ricordato durante l’intervista ad TyC Sports: “Tornavamo dal concerto di Ozuna, era tardi e per strada non c’era nessuno, eravamo ognuno con la sua auto e le moglii. Ci rallenta un semaforo e abbiamo detto ‘Dobbiamo accelerare’. Improvvisamente però vedo che arriva un’auto, si gira e si infila e viene verso di noi. Cerco di frenare, e quando vedo dallo specchietto mi accorgo che dietro c’era Iturbe con il suo Suv. Io avevo una macchina bassa ed ho pensato che mi avrebbe schiacciato. Ho pensato di morire. Nel tentativo di schivarmi finì su su due ruote, con la moglie sconvolta che è voluta scendere dicendo che eravamo matti. Non è finita in tragedia solo per caso”.

L’altro aneddoto riguarda poi una serata al ristorante, sempre insieme a Iturbe: “Quando sono arrivato in Italia a Roma sono andato a cenare con Pjanic, Strootman e Nainggolan. Ci hanno portato tre piatti di carne cruda con un uovo sopra e limone ed io ho pensato che non lo avrei mai mangiato. Loro invece si abbuffavano quindi ho detto è impossibile devo provarlo. Era buonissimo, ho iniziato a mangiarlo e ho finito il piatto in dieci minuti. Sono tornato a casa con un mal di pancia tremendo che mi è durato per 5 giorni. Non ero abituato a mangiare crudo però ora mi piace tantissimo”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy