Paredes: “Dobbiamo migliorare la gestione del vantaggio”

“Non abbiamo saputo gestire la partita quando eravamo in vantaggio, dobbiamo migliorare questa cosa che ci farà bene per il futuro”

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match pareggiato per uno a uno tra Viktoria Plzen e Roma, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il centrocampista giallorosso, Leandro Paredes. 

PAREDES A ROMA TV

Partita difficile nonostante il vantaggio.
“Si, non abbiamo saputo gestire la partita quando eravamo in vantaggio, dobbiamo migliorare questa cosa che ci farà bene per il futuro”.

E’ mancata la gestione della palla.
“Sicuramente, dobbiamo migliorare in tante cose e domani pensiamo solo a lavorare per fare meglio nella prossima partita”.

Cosa cambia per te tra centrocampo a 2 e a 3? Cosa ti chiede il mister?
“Per me non cambia molto, il mister mi dice di giocare veloce e di stare vicino alla difesa. Sto cercando di farlo”.

Con Dzeko c’è stata più profondità.
“Si, lui è una punta e nel primo tempo non abbiamo avuto la punta, ci troviamo bene anche con quel modulo”.

Nell’altra partita ha vinto l’Austria Vienna.
“Dobbiamo pensare prima alla partita di domenica, poi alle altre”.

Sulla prossima giornata, Fiorentina-Roma e Inter-Juve.
“Dobbiamo fare la nostra partita, migliorare le cose che sono mancate oggi e fare bene domenica”.

PAREDES IN ZONA MISTA

C’è delusione?
“Delusione no, anche se non è la partita che ci aspettavamo, dobbiamo continuare a guardare in avanti, a pensare da domani a far meglio nelle prossime partite”.

Non è che avevate la testa alla Fiorentina?
“No, sicuramente no. La nostra testa era a questa partita, dovevamo fare bene e non abbiamo fatto la partita che volevamo, ma la nostra testa era qui”.

Dov’è il problema?
“Dobbiamo migliorare in tante cose, da domani pensiamo a migliorare le cose che ci mancano”.

Sei pronto a diventare il titolare? Cosa ti chiede il mister?
“Spalletti mi chiede di stare vicino alla difesa e di giocare veloce, sto cercando di farlo. Sicuramente posso migliorare tante cose, ma mi sento pronto sicuramente”.

Come ti sei trovato con Gerson?
“Bene, come con tutti. E’ giovane, ha fatto un bel primo tempo, dobbiamo tutti migliorare e ce la faremo”.

Dopo il gol subito un calo mentale?
“Si, lo abbiamo sentito, anche se poi abbiamo gestito noi il pallone”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy