Pallotta: “I tifosi sono andati fuori di testa, mai vista una cosa del genere”

Il presidente americano al New York Times: “Il tuffo nella fontana? Ho ascoltato il consiglio del mio staff. E che rivincita contro la stampa spagnola”

di Redazione, @forzaroma

La Roma in semifinale di Champions, l’eliminazione della Juventus e la conseguente quota di market pool che diventa totalmente giallorossa e il progetto stadio che va avanti. Sono giorni positivi per il presidente della Roma James Pallotta, che dopo la partita contro il Barcellona ha scelto di festeggiare tuffandosi nella fontana di piazza del Popolo. “Migliaia di persone, gridavano a squarciagola”, ha raccontato in un’intervista al New York Times. “Non ho mai visto niente del genere. Le persone sono andate fuori di testa”.
Al momento del rientro presso l’Hotel de Russie, è arrivato il consiglio dal suo staff: “Uno di loro, Alessandro, mi ha detto che c’erano migliaia di persone in piazza e mi ha detto: ‘Vai, vai'”. Pallotta ha obbedito, e poi ha accolto anche il suggerimento di tuffarsi nella fontana. Dopo il primo pensiero è stato uno: “Prendiamo qualcosa da mangiare”. E su quel momento c’è una curiosità: John Henry, proprietario del Liverpool e dei Boston Red Sox, dopo aver eliminato il Manchester City, lo ha chiamato per congratularsi. “Ho perso la chiamata”, ha detto Pallotta. “Penso fossi nella fontana in quell’istante”.
Il giorno dopo l’incontro con la Raggi, la multa e la decisione di donare 230 mila euro per riparare la fontana del Pantheon. “Non permetto alla gente di saltare nelle fontane”, ha detto. “Ma se lo fai, dovresti pagare per sistemarle”.
Per la Roma è stata una bella rivincita: “Al momento del sorteggio, tutti i giornali spagnoli hanno detto che sarebbe stato facile. Uno dei titoli era ‘Cioccolatino romano'”.
La crescita dei giallorossi non è stata solo in campo, ma anche fuori, dove si è impennata l’attività sui social media e sul sito web“Se vuoi essere un marchio mondiale, devi creare contenuti 24 ore su 24, 7 giorni su 7”, ha detto Pallotta“Siamo uno dei club in più rapida ascesa nei social media e digitali”. 
Ora è al lavoro per costruire la squadra del futuro, e lo farà con l’ausilio dei Big Data. “Monchi ha visto che potevamo prendere quello che stava pensando”. Il presidente americano è convinto che il lavoro di analisi della Roma sia più sofisticato di quello del “99 per cento” dei suoi avversari.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fernandomattiacc_339 - 3 anni fa

    Pensa quello che possono fare se riesci a portare lo scudetto a Roma…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy