Palermo, Donati: “Dimentichiamo il Milan, contro la Roma possiamo dire la nostra”

di Redazione, @forzaroma

Prima conferenza stampa in casa Palermo dopo la brutta sconfitta casalinga di sabato scorso contro il Milan.

A incontrare i giornalisti presenti al “Tenente Onorato” di Boccadifalco è il centrocampista Massimo Donati, giunto in Sicilia a gennaio e diventato in poche settimane uno dei cardini della squadra allenata da Bortolo Mutti. Segui la diretta testuale su reterete24.it, a cura di Salvatore Bavari. Premi F5 per aggiornare la pagina.

 

Donati sul Milan: “E’ una grande squadra e sapevamo che stavamo andando a giocare contro una delle formazioni migliori del mondo. Una sconfitta col Milan ci  può stare, ma 4-0 è un passivo un po’ troppo pesante”

Donati sull’applauso dei tifosi dopo la sconfitta col Milan: “Ringrazio i tifosi, anche se ero già rientrato negli spogliatoi perché ero un po’ nervoso. Comunque l’ho sentito. Questo vuol dire che i tifosi hanno apprezzato il nostro impegno. Il Milan è una squadra di livello mondiale, ma anche noi abbiamo commesso qualche errore”

Donati sulla doppia sconfitta contro Siena e Milan: “Quella con i rossoneri è una sconfitta che può farci bene, perché ci permette di capire che dobbiamo giocare sempre ad alti ritmi. La sconfitta di Siena, invece, fa rabbia perché qualcosa non è andato e potevamo vincere. Dopo i risultati di ieri, la classifica non è cambiata molto. Onestamente il Milan era troppo forte. Nel secondo tempo abbiamo provato a fare meglio, ma sapevamo che sarebbe stato molto dura”

Donati sul prossimo match con la Roma: “Quella giallorossa è una grande squadra. Possiamo dire la nostra, anche se loro possono vantare grandi giocatori. Dobbiamo dimenticare la sconfitta con il Milan, e ripartire e lavorare bene. Come si batte? L’importante è sempre attaccare e difendere in 11, perché senza la giusta determinazione si va comunque in difficoltà. Se riusciremo a chiuderci bene e ripartire, sfruttando gli spazi che ci concederanno, allora potremo dire la nostra”

Donati sui tanti gol subiti: “Siamo una squadra votata all’attacco. In genere facciamo tanti gol e ci piace spingere. Con una squadra così, è normale che i gol si prendono: la domenica dobbiamo cercare sempre di fare un gol in più. Sicuramente, però, è impensabile prendere ogni domenica gol in contropiede, quindi dobbiamo migliorarci”

Donati sull’atteggiamento presuntuoso con il Milan: “No, non credo. E’ impossibile avere presunzione contro il Milan. Io non la chiamo presunzione, la chiamo voglia di imporre il proprio gioco. Sappiamo però che sul piano del gioco superiore al Milan c’è solo il Barcellona”

Donati su Luis Enrique: “Mi ha fatto un’impressione positiva, ma non per il gioco. Mi riferisco alla punizione inflitta a De Rossi perché l’etica e l’educazione vengono prima di tutto. Ha lanciato un segnale forte che dovrebbe essere seguito da tutti”

Donati sul gioco della Roma: “Giocano bene la palla ma lasciano dei varchi importanti, quindi, dovremo essere bravi a sfruttarli”

Donati sulle cause del ko col Milan : “Dovevamo essere più compatti. La cattiveria agonistica c’è stata, eravamo troppo aperti e lunghi. Non credo che abbiano influito le assenze. Chi ha giocato ha fatto la sua parte, gli errori sono stati di squadra non dei singoli”

FONTE reterete24

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy