Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Orsato, l’elettricista che quando vede la Roma va in cortocircuito

Getty Images

Il fischietto di Schio non ha mai portato fortuna alla Roma. La partita arbitrata ieri è stata l'ennesima conferma

Roberta Moli

Orsato e la Roma, storia di un grande amore. Mai nato. Tra la società giallorossa e l’arbitro di Schio la storia è lunga e non nasce certo con gli errori di ieri sera. Orsato è un fischietto che, in genere, piace ai calciatori, perché parla, spiega ed è coraggioso, ma anche nel modo di porsi ieri sera con Cristante ha messo in mostra un atteggiamento che è piaciuto a pochi, pochissimi. Come a pochi è piaciuta la sua direzione arbitrale. E non è la prima volta.

I precedenti di Orsato con la Roma

Orsato ha arbitrato la Roma 33 volte: solo 12 le vittorie, altrettanti i pareggi e 9 le sconfitte. Non che a Mou sia andata meglio, visto che Orsato nel 2009 lo espulse due volte in una stagione. In ogni caso, tra campo e Var, tra Orsato e la Roma non è mai scattato il feeling. Per usare un eufemismo. Nel 2008, Inter - Roma di Coppa a San Siro, viene a Vucinic un gol per fallo di mano di Samuel e c’è la rete di Ibrahimovic viziata da un doppio fuorigioco. E poi, ancora: Salah espulso dopo un’ammonizione a Firenze solo per un gesto di stizza, un fallo non fischiato a Strootman contro la Sampdoria, e un rigore non fischiato a Perotti nel 2017 dopo un fallo di Skriniar. C’era Orsato al Var e non corresse l’indeciso Irrato. E poi fu sempre sua la scelta di non dire a Banti di rivedere il rigore dato a Simeone per un presunto fallo di Olsen a Firenze.

I precedenti di Nasca

Tanto per non farsi mancare nulla, poi, al Var c’era Nasca, che era alla moviola anche quando fu annullato un gol a Kalinic con il Cagliari per un fallo inesistente su Pisacane. E c’era sempre lui davanti allo schermo in un Milan - Roma 3-3 in cui Giacomelli concesse ai rossoneri due rigori quantomeno dubbi. Evidentemente anche lui con la Roma non è fortunato, ma mai come l’elettricista di Schio che, quando vede giallorosso, va in cortocircuito.