Oddo: “Grande secondo tempo, ma paghiamo le tante assenze”

Le parole del tecnico biancazzurro, al termine del match tra Roma e Pescara

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match vinto dalla Roma sul Pescara per 3 a 2, è intervenuto il tecnico biancazzurro, Massimo Oddo.

ODDO A PREMIUM

Vicini all’impresa…
“Inizio da incubo, poi c’è stata la reazione e abbiamo quasi dominato il secondo tempo, torniamo a casa con 0 punti, abbiamo concesso due gol a freddo e ce l’abbiamo messa tutta per recuperare. Noi creiamo tanto e oggi avevamo 9 assenze e per noi sono tante e pesanti, giochiamo senza punte da inizio campionato, 4 centrali di ruoli out e siamo andati in campo con Biraghi e Vitturini a fare i centrali anche se sono terzini”.

Una bella prestazione contro una big del nostro campionato…
“Lo abbiamo fatto sempre in questo campionato, creiamo tanto ma abbiamo dei difetti. 9 assenze sono pesanti per una squadra come la nostra, giochiamo da inizio campionato senza punte e abbiamo 4 centrali di difesa out. L’importante è dare sempre tutto in campo, lo abbiamo fatto per 80’ ma se le risposte sono queste io non mi butto giù, io ci credo”.

La reazione?
“Portiamo avanti un progetto da 2 anni che abbiamo mantenuto fino a 3 partite fa, poi abbiamo cambiato qualcosa per avere più solidità in difesa. Cambiando qualcosa si perde qualche linea di passaggio in avanti. Poi quando torniamo a farlo, dimostriamo che il lavoro da i suoi frutti. Una volta recuperati gli infortunati possiamo fare bene”.

Sul mercato bisogna fare qualcosa?
La società sa bene quello che manca, ma è dovuto al fatto dei tanti infortuni. Gyomber è stato fermo 2 mesi, Bahebeck ha fatto 24-25 allenamenti con la squadea. Sappiamo che dobbiamo intervenire e lo faremo“.

Rinforzi a gennaio?
La società sa quello che manca, è dovuto anche al fatto che giocatori come Gyomber sono fermi da due mesi, Bahebeck doveva farci la differenza ma ha fatto pochi allenamenti. Si deve intervenire e lo faremo“.

Scudetto?
La Juventus è un gradino al di sopra di tutte, poi le sorprese ci sono sempre. Il derby è una partita troppo strana per dare un giudizio”.

Ha fatto dei cambi azzeccatti, li rifarebbe?
“Caprari e Verre hanno dato brillantezza e vivacità. Fossi un mago, metterei in campo sempre la squadra migliore. Avevo un solo centrale di ruolo, poi nel secondo tempo siamo tornati a giocare come abbiamo fatto in due anni a questa parte. Tornare indietro non serve a nulla, abbiamo corretto tutto in corsa, ci è riuscito in parte”.

ODDO A SKY SPORT

Sesta sconfitta, ma grande Pescara…
Sì resta il fatto che ce la siamo complicata noi. Abbiamo avuto una partenza shock subendo 2 gol. C’è stata una reazione veemente ma non siamo riusciti a portare a casa niente

Perché la partenza?
Se prendi gol ci sono degli errori, nel secondo non siamo saliti bene. Poi abbiamo reagito bene, la reazione c’è stata. Poi non siamo riusciti a portare niente a casa.

Non è meglio il modulo classico che utilizzi piuttosto che quello del primo tempo?
Io ne sono sempre stato convinto, ma avevamo 4 centrali fuori, con Vetturini e Biraghi che sono due terzini. Avevamo Zuparic, le colpe sono dell’allenatore. Fai bene se vinci, sbagli se perdi. Non ho avuto il coraggio di giocare così dall’inizio e contrastarli così. Dobbiamo limare i nostri errori, ma la nostra strada è questa.

Tu pensi che il Pescara può giocare sempre così?
Per me la prerogativa è che hai determinate caratteristiche. Se avessi una squadra più fisica e meno tecnica non farei questo gioco. Abbiamo fatto una scelta acquistando giocatori che potessero attuare questi schemi. Abbiamo continuato su questa strada ma ci sono mancati gli uomini. Gyomber, Verre e Bahebeck sono fondamentali. Bahebeck doveva essere quello che ci dà una mano in più.

Perché così pochi punti?
Penso che potevamo avere qualche punto in più, magari non vincendo con l’Inter non avremmo avuto quell’ansia di vincere contro il Chievo. Penso che se inizi a perdere qualche punto, qualche partita, le certezze diminuiscono anche perché sono ragazzi giovani. Ci sono mancati molti giocatori e penso che con loro avremmo avuto molti punti in più.

ODDO IN CONFERENZA STAMPA

Un Pescara che se l’è giocata…
Non sono soddisfatto quanto sono arrabbiato per la partenza e i due gol subiti in pochi minuti. Meno male perché c’è stata una reazione veemente dei ragazzi che hanno dato tutto fino alla fine.

Il secondo tempo visto è il Pescara che vuoi vedere?
Pepe dall’inizio perché l’ho visto bene in settimana e ha fatto una buona partita. Caprari non c’era stato tutta la settimana e non stava in ottime condizione ma è dovuto entrare subito perché Beabhek credo si sia stirato. I ragazzi sono convintissimi di quello che facciamo altrimenti non sarei ancora qua. Abbiamo perso molto uomini per infortunio, Vitturini è l’unico centrale di ruolo. La Roma ci ha messo un po’ in difficoltà tatticamente, con i due terzini ci schiacciava troppo. Nel secondo tempo abbiamo iniziato a giocare bene, la nostra strada è questa. Giocare da grande squadra? È relativo, se giochiamo bassi ci schiacciano e perdiamo.

Il rigore?
È netto, ineccepibile. L’ho visto da lontano e non mi sembrava.

Juve e Roma?
Entrambi hanno grandissimi giocatori, la Roma ha una bella squadra ma la Juve ha qualcosina in più. Non tanto ma qualcosina si, forse è più solida come squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy