Oddo: “Dobbiamo giocare con coraggio, senza chiuderci nella nostra metà campo”

Le parole del tecnico biancazzurro, a pochi minuti dal fischio d’inizio del match tra Roma e Pescara

di Redazione, @forzaroma

A pochi minuti dal fischio d’inizio del match tra Roma e Pescara è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il tecnico biancazzurro, Massimo Oddo.

ODDO A PREMIUM

Tanti indisponibili, all’ultimo anche Fiorillo…
Sì, anche lui. Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine. Le partite sono tutte difficili, non siamo una squadra che si può permettere così tanti infortunati. Ma tocca stringere i denti e fare il meglio.

Il caso-Manaj?
Nessun caso. Non è Totti, né Cannavaro. Lui ha 19 anni e quando si comporta male deve capire i suoi errori. Succedono cose così in tutti gli spogliatoi. Succede che i più giovani debbano rimettersi in carreggiata.

Cosa provi a tornare all’Olimpico?
Bisogna giocarsela con coraggio, certamente non abbiamo la mentalità di venire a pensare a non prenderle, non possiamo chiuderci dietro. Davanti ovvio che c’è la Roma, può costringerci a difendere. Ma noi cercheremo di fare la nostra gara.

Brutto periodo?
Avremo potuto fare di più, è un momento difficile. Le gare che dovevamo vincere non siamo riusciti a portarle a casa. Alcune invece le abbiamo perse meritatamente.  Speriamo di recuperare qualche infortunato, sappiamo che dovremo lottare fino all’ultimo secondo del nostro campionato. Dobbiamo crescere velocemente perchè siamo in Serie A e il livello è questo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy