Napoli, ricorso respinto: confermato lo 0-3 a tavolino con la Juventus e il -1 in classifica

La Corte Sportiva d’Appello ha respinto il ricorso per il 3-0 a tavolino con il punto di penalizzazione: gli azzurri hanno già annunciato il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni

di Redazione, @forzaroma

Anche il ricorso del Napoli viene respinto. Oggi la Corte Sportiva d’Appello Nazionale ha reso note le decisioni riguardo al 3-0 a tavolino della Roma col Verona – confermato – e sul 3-0 a tavolino per la Juventus contro gli azzurri. Resta dunque la decisione iniziale, con il Napoli che conserva anche il punto di penalizzazione in seguito al mancato svolgimento della sfida in programma all’Allianz Stadium dello scorso 4 ottobre.

Questo il comunicato sul sito della Figc: “La Corte Sportiva D’Appello Nazionale ha respinto il ricorso del Napoli, confermando la sconfitta per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica comminate dal Giudice Sportivo per il match con la Juventus in programma lo scorso 4 ottobre. Il Giudice Sportivo aveva sanzionato il Napoli con la perdita della gara per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica in ordine alla mancata disputa della sfida con la Juventus”.

A seguire è arrivato il comunicato del Napoli, che ha annunciato un altro ricorso: “La SSCN prende atto della decisione della Corte Sportiva d’Appello ed è già al lavoro per preparare il ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni. La SSCN non condivide in toto la sentenza che getta ombre inaccettabili sulla condotta della Società trascurando documenti chiarissimi a suo favore e delegittima l’operato delle autorità sanitarie regionali. La SSCN ha sempre perseguito valori quali la lealtà e il merito sportivo e anche in questo caso intraprenderà tutte le iniziative per rendere giustizia alla propria condotta orientata al rispetto della salute pubblica e per fare in modo che il campo sia l’unico giudice a decidere il risultato di una partita di calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy