Napoli, parla il ds Giuntoli: “Svegliai il mio collaboratore alle 3 di notte per segnalargli Schick”

Il dirigente azzurro svela un retroscena: “Ancora mi ricordo quando lo vidi in una partita che sembrava tra scapoli e ammogliati in un campetto della periferia di Serie B slovacca. Gli dissi: “Guarda, ho visto un giocatore davvero forte””

di Redazione, @forzaroma

Dopo Monchi, anche il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli si è aperto ai microfoni di Sky Sport. Nel corso dell’intervista, il dirigente azzurro ha rivelato un retroscena su Patrik Schick. “Se chiamo anche i miei collaboratori di notte? Lo faccio perché quando mi viene in mente qualcosa, per me quello è il momento giusto – dichiara Giuntoli – Ancora mi ricordo quando vidi Schick in una partita che sembrava tra scapoli e ammogliati in un campetto della periferia di Serie B slovacca. Vidi questo ragazzo e corsi a svegliare il mio braccio destro Giuseppe Pompilio: erano le tre di notte. Gli dissi: “Guarda, ho visto un giocatore davvero forte”“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy