Napoli-Legia Varsavia, arrestati tre ultrà polacchi a Fiumicino

Trentatré tifosi su duecento sono fermati a Fiumicino e accompagnati negli uffici di Polizia in quanto in evidente stato di ebbrezza: tre di loro sono stati arrestati

di Redazione, @forzaroma

Tre ultrà del Legia Varsavia sono stati arrestati nello scalo romano di Fiumicino, dopo i controlli svolti dalla polizia. Per loro è stato disposto anche il daspo. Facevano parte degli oltre 200 tifosi polacchi arrivati in Italia per seguire la propria squadra nella trasferta di Napoli. Gli agenti del Commissariato di Fiumicino e della Polaria li hanno tutti identificati e controllati; 33 di loro sono stati accompagnati negli uffici di Polizia in quanto in evidente stato di ebbrezza. Al termine degli accertamenti tre di loro sono stati arrestati. Nella circostanza, mostrando insofferenza ai controlli, il capo-ultras si è scagliato contro i poliziotti spintonandoli violentemente e lanciando loro addosso alcuni oggetti. A seguito della perquisizione estesa a tutti i bagagli, gli agenti hanno trovato alcuni manganelli telescopici in acciaio lunghi circa 50 cm, un batticarne in metallo e dei passamontagna, mentre indosso ad un altro tifoso, un tirapugni in metallo. Per tutti e tre gli arrestati inoltre il Questore di Roma ha emesso il provvedimento del Daspo. Per tutta la notte è stato poi effettuato un servizio di monitoraggio negli alberghi dove i supporters hanno soggiornato. Lo riferisce l’Ansa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy