Nainggolan: “Mai avuto dubbi. Volevo restare alla Roma”

“Non credo sia necessario andare in team stellari per poter conquistare un trofeo, io sono in una grande squadra e vorrei farlo con i giallorossi. Per me è meglio vincere una volta con la Roma, che dieci con la Juventus”

di Redazione, @forzaroma

A pochi giorni dal rinnovo del contratto con l’AS Roma, Radja Nainggolan parla della sua scelta di restare in giallorosso. Il centrocampista nazionale belga ha rilasciato delle dichiarazioni ai media presenti a Giacarta al termine dell’AS Roma Indonesia Day 2015, che lo ha visto protagonista assieme ai suoi compagni in un match di esibizione.
“Due stagioni fa ho avuto diverse offerte ma optai per la Roma, i primi sei mesi sono andati bene, così come la stagione che si è conclusa lo scorso maggio. Credo in questo progetto e nella mia squadra”.

 

Il corteggiamento ricevuto sin da prima di arrivare in giallorosso fino al recente rinnovo del contratto non gli ha per nulla fatto cambiare idea sull’importanza di vestire la maglia giallorossa.
“Non credo sia necessario andare in team stellari per poter conquistare un trofeo, io sono in una grande squadra e vorrei farlo con i giallorossi. Per me è meglio vincere una volta con la Roma, che dieci con la Juventus”.
“La mia volontà era quella di rimanere, sono contento e felice di restare qui. Il primo anno che sono arrivato già ritenevo questo progetto interessante e continuo a crederci ancora. Ho prolungato di cinque anni il mio contratto e sono molto contento, perché vuol dire che la Società ha molta fiducia in me: spero di ripagarla con le migliori prestazioni e di poter vincere qualcosa il prima possibile”.

 

La nuova stagione è alle porte e Radja ha fatto il suo punto sulla preparazione estiva, che ha visto i nazionali come lui unirsi al gruppo il giorno prima della partenza per la tournée in Australia.
“Io mi sento molto bene al momento, anche se qui a livello climatico ci mancava un po’ l’aria e siamo andati subito in affanno: era difficile allenarsi. Siamo già a buon punto, ma ci mancano ancora tre settimane di lavoro per arrivare pronti all’inizio del campionato”.
Non è mancata una menzione speciale per la visita della Roma a Giacarta: “Sono molto legato a questa nazione e mi fa sempre molto piacere sentire l’affetto dei tifosi indonesiani. Per me è un onore far crescere in Europa l’orgoglio indonesiano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy