MyRoma, scrive alla società per il caos-biglietti di ieri

di Redazione, @forzaroma

Il prepartita di ieri ha lasciato qualche strascico di polemiche per quanto riguarda la questione biglietti. Migliaia di tifosi infatti sono stati costretti ad aspettare i loro tagliandi per ore sotto il sole davanti al botteghino del Foro Italico. Walter Campanile, il presidente di My Roma, l’azionariato popolare giallorosso, ha scritto alla società. Questa la lettera:

 “Spett.le A.S. Roma S.p.A., in occasione della gara amichevole del 19 agosto 2012 presso lo stadio Olimpico tra l’A.S. Roma e l’Aris Salonicco si sono verificate alcune problematiche in merito alla vendita dei tagliandi. Nelle ore immediatamente successive al match sono state numerose le segnalazioni inviate dai tifosi alla nostra Segreteria per segnalarci l’accaduto, ma soprattutto per chiedere che la AS Roma chiarisca le motivazioni di tali disagi.
MyROMA, seguendo lo spirito di collaborazione con la Società, ribadisce la richiesta, già formulata in occasione dell’ultima assemblea degli azionisti, di una maggior attenzione alla comunicazione adottata verso la tifoseria giallorossa. In data 18 agosto, ovvero il giorno prima del match, l’A.S. Roma ha pubblicato, sul proprio sito internet, le modalità “Hometicketing” secondo cui, attraverso il sito www.listicket.it sarebbe stato possibile acquistare i tagliandi dalle ore 12.00 di venerdì 10, fino alle ore 19.45 del giorno della gara. Segnaliamo che già dalle ore 16.50 del 19/08/2012 tale modalità non risultava funzionante ed alla fine della procedura on line compariva un messaggio con scritto biglietti esauriti per il settore richiesto. La prova è stata fatta per tutti i settori dello stadio presenti sul web, compreso i distinti nord che si vendevano in quelle stesse ore presso la biglietteria del foro italico. Inoltre sono state molte le segnalazioni su problematiche relative a ricevitorie Lis Lottomatica abilitate A.S. Roma, informandoci che una di queste, paradossalmente, non ha potuto continuare a fornire il servizio di biglietteria perché aveva terminato la carta speciale per la stampa dei tagliandi.
L’impossibilità dell’acquisto dei biglietti on line, della chiusura degli AS Roma Store e le diverse problematiche sulle ricevitorie Lottomatica hanno fatto si che il suggerimento del Club, ovvero quello di dotarsi per tempo del tagliando d’ingresso con modalità diverse dal punto vendita “FORO ITALICO TICKET OFFICE”, diventasse di difficile attuazione, mettendo la tifoseria giallorossa nella condizione di acquistare il ticket solamente presso la biglietteria dell’ex ostello della gioventù di Viale delle Olimpiadi 61. Tutto ciò ha provocato una coda di migliaia di tifosi che il ticket office non è stato in grado di soddisfare nei tempi necessari. Alle ore 20.45 vi erano ancora migliaia di tifosi in coda che successivamente sono stati fatti entrare gratuitamente nel settore distinti nord dello stadio Olimpico, scontentando:
-gli stessi tifosi che per ore sono stati in fila e che si sono persi il clima di festa del pre-partita ed i primi 15 minuti della gara,
– gli altri tifosi che hanno regolarmente pagato il proprio tagliando,
– gli azionisti A.S. Roma e la Società stessa per un mancato ricavo di decine di migliaia di euro.
In virtù di questi fatti richiediamo all’A.S. Roma di approfondire l’accaduto ed individuare le cause che hanno portato a tali disagi e difficoltà ed il perché si sia deciso, inizialmente, di tenere chiusi alcuni settori. Da ultimo, ma non per importanza, si richiede una attenta valutazione del servizio erogato da Lis Lottomatica.
Sicuro della Vostra sensibilità in merito, Vi ringraziamo anticipatamente”.
Walter Campanile
Presidente MyROMA
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy