Muscoli e gol, ecco Ivan Marcano: il difensore globetrotter pronto a conquistare Roma – VIDEO

Muscoli e gol, ecco Ivan Marcano: il difensore globetrotter pronto a conquistare Roma – VIDEO

Il centrale ormai ex Porto ha giocato in Spagna, Grecia, Russia e Portogallo. Fino ad ora ha collezionato 373 presenze e realizzato 27 gol e 14 assist

di Luca Benincasa Stagni, @lucabeninstagni

Il secondo acquisto del mercato estivo della Roma è Ivan Marcano. Il difensore ex Porto è un colpo a parametro zero che Monchi ha fiutato, voluto e ottenuto. Dopo qualche dubbio, il centrale spagnolo ha detto sì ai giallorossi ed ha salutato i lusitani. Nato il 23 giugno 1987 a Santander, in Spagna, Marcano ha iniziato a giocare proprio nella squadra della sua città, il Racing. Nella sua carriera si è spostato di continuo ed ha girato l’Europa: Spagna, Grecia, Russia, Portogallo e ora Italia. Un vero difensore giramondo, cosa che gli ha permesso di maturare grande esperienza, confrontandosi con modi di intendere il calcio diversi.

MUSCOLARE E LETALE IN AREA – Alto quasi 1 metro e novanta, Marcano ha tutte le qualità del vice Fazio. Mancino, il suo fisico gli permette di essere praticamente insuperabile quando si tratta di saltare di testa e di fare a sportellate. Il suo unico punto debole è l’accelerazione nei primi metri, cosa più che normale per un calciatore con la sua struttura. Perciò, tende a soffrire gli uno contro uno con giocatori rapidi e scattanti, ma quando si tratta di allungare dimostra una buona velocità. E’ in area di rigore, però, che si rivela un’arma letale. Dotato di un ottimo senso della posizione, sia in attacco che in difesa la palla spesso finisce sulla sua testa. E non è un caso che sia un difensore goleador. In carriera, oltre alle 373 presenze, ha realizzato anche 27 gol e 14 assist. Quest’anno ha chiuso la stagione con 7 reti all’attivo, di cui una in Champions contro il Lipsia.

CARRIERA – Dopo aver esordito in Spagna con il Racing Santander è stato comprato dal Villarreal e girato al Getafe, prima di ritornare al Sottomarino giallo. Dopo una sola stagione, però, viene dato in prestito all’Olympiacos. In Grecia lascia un ottimo ricordo, segnando 5 gol nella stagione 2011-12. Poi il ritorno in Spagna, ma solo per poco. Quella stessa estate il Rubin Kazan lo preleva per 5 milioni di euro. Dopo un anno in Russia, l’ennesimo prestito della sua carriera, di nuovo all’Olympiacos dove fa la conoscenza di Manolas, arrivato l’anno prima proprio per sostituirlo. Nel 2014-15 il Porto si decide ad acquistarlo per 2,5 milioni di euro ed in poco tempo Marcano diventa un leader della difesa dei Dragoes. Dopo 4 anni in Portogallo, ecco l’Italia. Tra l’altro lui e la Roma si sono già incrociati nei preliminari di Champions nel 2016, quando i lusitani eliminarono davanti ad un Olimpico attonito i giallorossi di Spalletti. In quell’occasione Marcano giocò sia all’andata che al ritorno. Adesso dovrà aiutare Di Francesco nel tentativo di migliorare la semifinale di quest’anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy