Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Mourinho: “Arbitro ha cambiato metro dopo 2-0. Mi ha ammonito per il suo CV”

Getty Images

Le parole dello Special One: "Non parlo più di Zaniolo, perché parlarne non cambia. È così dall'inizio della stagione e non cambia"

Redazione

Un ritorno infelice quello di José Mourinho a San Siro. Lo Special One ha commentato la sconfitta per 2-0 subita dalla sua Roma contro l'Inter in Coppa Italia . Queste le sue parole:

MOURINHO A SPORTMEDIASET

Cosa ha prevalso stasera? La parte emozionale o quella calcistica? Sono cose completamente diverse che possono coesistere. Come mi hanno aspettato qui, il modo con cui mi hanno aspettato Marotta, Zhang e Zanetti, il regalo fantastico che mi hanno fatto prima della partita, la gente super simpatica con me. Questo è il lato emozionale per cui possono solo ringraziare senza nascondere che il rapporto con la gente interista è eterno. Ma sono venuto qui per vincere, per la mia Roma e la mia gente che ora è quella romanista. Non ci siamo riusciti, ma se io escludo i primi 5 minuti abbiamo giocato molto bene contro una squadra non facile. Abbiamo avuto due grandissime opportunità nel primo tempo, su Abraham l'ho vista dentro. Nella ripresa ogni minuto che passava la partita era sempre più dalla nostra parte, anche senza creare grandi opportunità perché i difensori dell'Inter sono forti uno contro uno. Il secondo gol ha cambiato la partita, l'arbitro è stato tatticamente bravissimo fino al 2-0 e poi ha fatto un'altra partita. Il giallo a me? Per il suo curriculum è una grande cosa.

Pinto ha detto che Zaniolo è un bambino d'oro... Non parlo più di Zaniolo, perché parlarne non cambia. È così dall'inizio della stagione e non cambia. Per questo ho detto che l'arbitro è stato bravo, tanti gialli non sono stati dati, per noi invece erano troppo facili. Dopo il 2-0 invece si può fischiare in altro modo, solo un arbitro di qualità può farlo e lui lo è.

Il regalo dell'Inter qual è stato? Un San Siro bellissimo, d'argento, che dice che è casa mia. Ma la gente non deve dimenticare che Roma è casa mia, io amo la mia Roma e sono molto triste perché abbiamo perso.

MOURINHO A ROMA TV+

Sono partite che non si possono paragonare, oggi per tanto tempo siamo stati la mia squadra. Non si può arrivare in una partita di questa dimensione e prendere un gol dopo 2 minuti, dopo cambia tutto ma abbiamo giocato ugualmente bene. Nel primo tempo abbiamo avuto due opportunità una con Zaniolo e una con Abraham. Nel secondo tempo abbiamo avuto ancora poiù controllo, ogni minuto sembrava che la partita stesse venendo nella nostra direzione. Dopo il secondo gol diventa tutto più complicato”.

Questa squadra deve maturare? “Ho chiesto nello spogliatoio ai giocatori come è possibile prendere gol dopo 2 minuti. E’ una cosa difficile da capire, dopo il quinto minuto abbiamo avuto tutti gli ingredienti per fare i una grande partita contro una grande squadra. L’arbitro è stato fantastico dal punto di vista tattico. Ha arbitrato una patita prima del 2-0 e una dopo”.