Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Mourinho recupera Cristante, Felix out per Covid. Pellegrini torna nel 2022

Getty Images

Giornata particolare in casa Roma: Mourinho ritrova e perde pezzi della squadra nello stesso pomeriggio, nel frattempo il gruppo parte per Bologna

Redazione

Giornata dolce e amara per i giallorossi. Alla vigilia della sfida del Dall’Ara, Mourinho può sorridere per il ritorno di Cristante, negativo al Covid nel pomeriggio, ma perde ufficialmente Lorenzo Pellegrini, confermata la lesione al retto femorale che lo terrà fuori fino al 2022, e Felix Afena-Gyan, fermato dal Covid. Giornata di dichiarazioni perché oltre alla consueta conferenza stampa prepartita di Mourinho, ci sono state anche quelle di Morgan De Sanctis che ha parlato di obiettivi e del suo ruolo dirigenziale: "Al mio ruolo mi approccio con tanta dignità. La Roma è una società importante che da tempo non alza un trofeo, ma bisogna arrivarci con un percorso virtuoso, con chiarezza nei confronti dei tifosi. La brutta figura di Bodo non deve più ripetersi.

Le parole di Mourinho

La giornata giallorossa è senza dubbio incentrata sulla conferenza stampa prepartita dell’allenatore portoghese durante la quale ha trattato molti temi come quello di Smalling o il sacrificio della squadra. "Serve una mentalità forte. Il gruppo è empatico, vuole fare bene. È merito dei giocatori. Anche chi gioca meno e gioca con grinta e direi amicizia. Queste le parole al miele dello Special One rivolte soprattutto a chi, come Kumbulla o Carles Perez, sta dando tutto in campo nonostante gli vengano concessi pochi minuti. Senza dimenticare però l’incognita Chris Smalling che dopo essere rientrato, e bene, dal primo minuto con il Torino, non è certo di una riconferma nel turno infrasettimanale in vista soprattutto della gara di domenica contro l’Inter all’Olimpico: "Smalling ora è un giocatore importante per noi, non abbiamo un problema ora in difesa, non deve giocare per forza. Domani mattina mi dice che si sente benissimo gioca, se mi dice che è al 99% lo proteggo". Parole che lasciano trapelare un cauto ottimismo per le sue condizioni ma anche una sua possibile panchine mercoledì.

Nella fase centrale, José Mourinho ci ha tenuto a rispondere a Mihajlovic che lo aveva ringraziato ed elogiato nella sua conferenza stampa di ieri: “Noi persone pubbliche quando facciamo cose sbagliate abbiamo un influenza negativa, quando facciamo qualcosa di importante abbiamo un’influenza positiva su tanta gente. Non è lui che mi deve ringraziare per il mio piccolo appoggio, ma sono io che ringrazio lui a nome di tutti quanti". Parole che di certo stemperano gli animi caldi per una partita che metterà in palio tre punti fondamentali per entrambe le squadre.