Monchi al veleno: “A Roma frustrati e sotto pressione perché hanno vinto poco”

Monchi al veleno: “A Roma frustrati e sotto pressione perché hanno vinto poco”

L’ex diesse torna a parlare della sua avventura romana: “Voglio dimostrare quello che ho appreso in Italia”

di Redazione, @forzaroma

Dopo il burrascoso divorzio dalla Roma e dalla Capitale, l’ex diesse giallorosso Monchi è tornato a parlare della sua avventura italiana ai microfoni di Quokka News, spiegando i motivi delle difficoltà incontrate nell’ambiente romano. Queste le parole dell’attuale direttore sportivo del Siviglia:

La differenza è che la Roma è una squadra che ha una ripercussione molto grande: è la Capitale d’Italia, ha una quantità di popolazione maggiore a quella di Siviglia, molti più mezzi di comunicazione, non ha vinto molto nel passato e questo provoca una frustrazione che crea una pressione maggiore. Quando vai via dal tuo habitat naturale e ti trovi in un club come la Roma, dove c’è un’esigenza molto grande, o ti adatti al cambio o ti porta via la corrente. Ho dovuto apprendere un’altra lingua, apprendere nuove forme di lavoro, dove ho vissuto con una pressione tremenda e mi è servito per crescere come persona. Il Monchi che è andato via non è lo stesso di quello che è tornato“.

2 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 11 mesi fa

    i tifosi sono frustrati per i suo lavoro. Ci hai rovinato e ora stai provocando la nostra tifoseria. Uomo piccolo.

  2. cimirillo - 11 mesi fa

    Stia zitto e dimentichi la Roma che di guai ne ha combinati tanti. Mezzacalzetta.

Recupera Password

accettazione privacy