Mentana: “Pallotta, se cedi i giocatori per lo stadio vendi l’anima dello sport”

Il giornalista e direttore del tg de La 7 è intervenuto sulla questione stadio

di Redazione, @forzaroma

Anche Enrico Mentana è intervenuto sulla questione dello Stadio della Roma. Il direttore del tg de La 7 ha parlato ai microfoni di RDS, radio con cui la Roma ha una partnership. Mentana, nel suo editoriale, ha voluto commentare il comportamento di James Pallotta. Assurdo per il giornalista che un presidente possa dire: “Se non si fa lo stadio vendo i giocatori“. Ecco le sue parole:

Ci saranno delle priorità nella vita pubblica della capitale d’Italia? Abbiamo visto nei giorni scorsi cosa succede se si fermano le auto pubbliche e vediamo quali sono i problemi tanto di Roma quanto di Milan, Napoli, Torino, Palermo per quanto riguarda le periferie, la pulizia, l’igiene pubblica, il ciclo dei rifiuti. Le problematiche sono tante: la protezione, la viabilità… Lo stadio della Roma è un problema della Roma, un problema delle squadre italiane che si finanziano attraverso la costruzione di stadi. Un nuovo business. Addirittura vediamo un presidente della Roma che dall’America si permette di dire: “Allora vendiamo i giocatori”. Tu hai comprato la Roma per fare lo stadio e guadagnarci oppure per fare grande una squadra di calcio. Qui bisogna intenderci, perché sennò si vende letteralmente l’anima dello sport. Non è più uno stadio per fare una grande squadra e per il suo pubblico: è una grande squadra per fare uno stadio. Si inverte, e non soltanto l’interesse economico, ma anche quello sportivo. E questo, quale che sia la città, la squadra o l’interesse di ciascuno di quelli che ci ascoltano, è un circuito perverso e sbagliato“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy