Zeman: “Spero di ripetere a Roma quello fatto a Pescara” (FOTO)

di Redazione, @forzaroma

(dall’inviato di ForzaRoma.info C.Giacintucci) Ecco le parole di Zdenek Zeman nella conferenza stampa di presentazione del Memorial F.Mancini a Pescara.

 

Il tecnico boemo arriva in sala stampa alle ore 18.31. Jeans e camicia si accomoda nella postazione del tavolo di conferenza.

Mister perchè ha maturato la decisione di lasciare Pescara per andare a Roma?
Io sono quì per ringraziare tutti quelli che hanno collaborato, la Società che mi ha consentito di guidare la squadra, i magazzinieri, il mio staff, la mia addetta stampa che non è mia ma me la sono comprata. Non posso dimenticare i tifosi, la gente di Pescara, quello che ho visto dal bus scoperto mai visto. Ci hanno sempre creduto

Grazie alla Roma che mi ha richiamato per fare quello che non ho potuto fare tredici anni fa. Per me sarà l’ultima possibilità di guidare un grande club

Quando c’è stato il primo contatto?
Non lo so, non me lo ricordo. Non mi scrivo le date. Con Baldini siamo quasi d’accordo, ma credo che non ci saranno problemi

Contratto annuale anche stavolta?
Io voglio fare così perchè non voglio pesare sulla società, fare un bilancio e decidere

Ha avuto assicurazioni dalla Roma sul mercato?
Della Roma parlerò dopo, attualmente sono ancora l’allenatore del Pescara

E’ il momento giusto per la Roma con giovani come Lamela , Bojan?
Si può dire tutto e contrario di tutto. Vi prego di fare domande su Pescara perchè è l’ultima conferenza quì

E’ andato via da Roma per problemi politici pensa che questa volta
Mi auguro di no, il calcio ha difficoltà sul piano morale, spero si risolvano al più presto

Verratti e Insigne sono pronti per un grande club anche come la Roma?
Hanno fatto molto bene, hanno delle qualità ottime ed hanno possibilità. Io spero che si affermino nel calcio grande e fare una bella carriera

Il suo addio ha spaccato la tifoseria qualcuno l’ha criticata di essere un traditore. Che dice?
Mi dispiace che la prendono così. er me non è tradimento ma continuità della mia professione. Pescara resterà nel mio cuore e vorrei che la gente continuasse ad andare allo stadio

Cercherà di togliere qualche gioiello al Pescara?
Penso di no, io voglio bene al pescara. Poi se qualcuno non servirà allora cercheremo di prenderlo. ma la vedo dura…

Nazionale, scommesse….
Non voglio parlare di questo: siamo tutti in difficoltà nel calcio, non ci bastavano problemi economici e terremoti… Speravo che con i processi saremmo arrivati a punire pesantemente chi aveva sbagliato e dare un esempio, purtroppo vedo che non succede nemmeno questo. Sono preoccupato che questa situazione possa continuare.

Dopo 13 anni ritrova Francesco Totti. Cosa si aspetta?
Sono invecchiato, ma sono abbastanza uguale. Qualche capello è caduto, ma come allenatore mi sento uguale: ho la stessa vglia di fare e di stare in campo. Finché la salute tiene ci voglio provare.

Era impossibile dire di no alla Roma, o ci sono stati altre squadre?
Ho avuto qualche contatto con altre squadre ma non direttamente con i dirigenti delle squadre

Una delle cose che si dicono di lei è che è bravo con i giovani ma non un vincente per non chieder i campioni. Ora a Roma che farà?
ne parliamo la prossima settimana…

Che si porterà via da questa esperienza di Pescara?
Tutto, perchè come sono stato quì non sono mai stato da nessuna parte. Voglio bene al Pescara e spero di vederla sempre così. Spero di ripetere quello fatto quì.

Ha allenato la Lazio e poi la Roma. Dove nasce questo amore per la capitale?
Sapete che da 18 anni vivo a Roma. E sapete che se esco da casa tanta gente mi chiede ‘Torna con noi’, sia laziali che romanisti. Spero che me lo diranno anche il prossimo anno.

Una sua valutazione sul campionato di serie A finito?
L’italia soffre calcisticamente. Anche i club che hanno partecipato alle competizioni europee non sono riusciti a fare molta strada. Penso che manchino le idee. I giocatori non sono più come quelli di una volta, quando l’Italia poteva permettersi i migliori del mondo. Oggi forse vanno in altri paesi. Però la qualità dei giocatori qui è grande, è la metnalità delle squadre che forse non è grande.

Avrebbe accettato un’offerta della Lazio? E’ ancora convinto che il derby sia una partita come tutte le altre?
Il discorso di Roma e Lazio… Oggi preferisco la Roma, per progetto e come ha intenzione di fare calcio. Non mi vedo nei progetti della Lazio. Non l’ho detto una volta, ma cento volte e lo ripeto la 101: il derby è bellissimo per passione e per quello che succede prima e dopo, sul campo è sempre una partita da tre punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy