Mazzone: “Roma e Udinese si inseriranno al vertice. Nei giallorossi c’è molta qualità ma manca l’esperienza”

di Redazione, @forzaroma

L’Udinese deve dimenticare subito l’opaca prestazione di Berna e rigettarsi anima e cuore al campionato. Il posticipo con la Roma è un impegno che da sempre dà grandi motivazioni. Udineseblog ha contattato in esclusiva un grande ex dei giallorossi, quel Carletto Mazzone che segue sempre con partecipazione sia la ‘sua’ Roma che l’Udinese, squadra per la quale ha grande ammirazione.

 

A Roma ci si aspetta molto da Zeman: “Lo so.Ma ci vuole tempo. Purtroppo però una cosa che a Roma manca, sia tra le fila giallorosse che tra quelle laziali, è il tempo e la pazienza: sono due argomenti poco graditi da queste parti. Io però credo che Zeman sia un grande allenatore e che abbia bisogno di tempo per ottenere risultati in un ambiente che è cambiato molto e che può contare su ragazzi con valori importanti ma che hanno bisogno di adattarsi al contesto”.

 

Si conta sempre sui totem De Rossi e Totti? “Totti aveva iniziato alla grande, ma adesso sta nuovamente soffrendo problemi fisici e non è al top. De Rossi si è trovato invischiato in una situazione che non sarebbe dovuta accadere: certe cose vanno chiarite tra le persone interessate, altrimenti si rischia di dare alibi sbagliati anche ai compagni. Spero e credo che però tutto sia risolto”.

 

Roma-Udinese è un confronto sempre molto sentito. Come lo prevede? “Innanzitutto vedo contro due tecnici che stimo moltissimo e possono entrambi contare su una potenzialità tecnica elevata che consentirà loro di fare bene in campionato. Mi aspetto una partita spregiudicata sul piano tattico e prevedo tanti gol. Zeman è uno che concede spazio e l’Udinese se lo prenderà e potrebbe sfruttarlo bene”.

 

 

E’ ancora la sfida di Totti e Di Natale? “Loro sono i campioni che riescono a fare sempre la giocata vincente e comunque o fanno gol o lo fanno fare”.

 

 

Di Natale è il pericolo maggiore per la Roma? “Certamente sarà il giocatore più temuto”.

 

 

L’Udinese di che aspetto dei giallorossi dovrà preoccuparsi di più? “Bisogna preoccuparsi della organizzazione di squadra della Roma: c’è molta qualità ma manca l’esperienza. Questo è uno dei motivi per cui a Zeman serve tempo”.

 

 

In questo campionato le due squadre a quali posizioni possono ambire? “Entrambe hanno le potenzialità per  inserirsi al vertice e dare fastidio alle tre più indicate nella corsa allo scudetto. Penso possano essere le sorprese, anche sa da qualche anno l’Udinese non sorprende più”.

 

 

Sta dicendo che quello di domenica è uno scontro al vertice? “Potrebbe esserlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy