Belgio, Martinez: “Non convocherò Nainggolan per le pressioni esterne, ma lo tengo in considerazione”

Il ct del Belgio: “Sarebbe dannoso per la squadra e i tifosi chiamarlo per le pressioni del mondo esterno. Fa parte però di quei 55 giocatori che seguiamo continuamente”

di Redazione, @forzaroma

“Non convoco Nainggolan per questioni di calcio, ma non lo chiamerò a causa le pressioni che arrivano da fuori”. Firmato Roberto Martinez. Il ct del Belgio manda un messaggio forte e chiaro al centrocampista della Roma e ai tifosi dei Diavoli Rossi che si sono schierati ormai apertamente con cori e striscioni in favore del Ninja. L’allenatore spagnolo ha parlato della questione ai microfoni di VTM: “Sarebbe totalmente sbagliato per la squadra se l’allenatore scegliesse i giocatori sotto la pressione del mondo esterno, non sarebbe corretto e significherebbe che non sto facendo il mio lavoro in maniera corretta. Convocare un giocatore per motivi sbagliati sarebbe dannoso sia per la squadra che per i tifosi”. Martinez ha però lasciato uno spiraglio: “Tuttavia lo tengo in considerazione, fa parte di quei 50-55 giocatori che osservo in maniera costante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy