Marquinhos: “Sono pronto a giocare già da domenica. Al videogame avevo Totti e De Rossi con la mia squadra”(FOTO e VIDEO)

di Redazione, @forzaroma

Accanto al brasiliano c’è l’AD della Roma Claudio Fenucci. Ecco le parole di Marquinhos (maglia numero 3) nella conferenza stampa di presentazione: Fenucci: “Presentiamo l’ultimo arrivo in casa Roma, un giocatore che viene da noi dopo una lunga trattativa e con una formula particolare, trasferimento temporaneo con riscatto legato ad un certo numero di presenze. E’ un ulteriore investimento che la Società ha fatto, iniziato l’anno scorso con giovani che hanno dato un notevole contributo. Il Club vuole costruire una squadra che sia competitiva nel futuro. Marquinhos è molto giovane, è un ’94, nel Corinthians era l’erede di Castàn e per questo è stato complicato portarlo via. Scelta condivisa con Zeman che conosce bene le caratteristiche del ragazzo”   Benvenuto a Roma. Ti senti subito pronto di giocare? Perchè hai scelto la Roma? Grazie per il benvenuto. Io mi sento già pronto e sono felice per l’interesse della Roma che mi ha voluro e questo mi ha convinto a venire. Sono arrivato in uno dei più importanti club d’Europa   Cosa ti ha detto Zeman per convincerti per venire? Mi ha detto che gli piaceva come giocavo e che sarei importante per la squadra. Venire in Italia sarebbe importante per la mia carriera   Hai cominciato a centrocampo. Quando ti sei trasferito in difesa? Ho iniziato a centrocampo ma è da parecchio che gioco in difesa ed ora sono stato acquistato come difensore. Zeman mi ha visto soprattutto nelle gare della nazionale Under 17 dove ho giocato molto bene   Come ti descriveresti? sei rimasto stupito dall’interesse della Roma? Ho un buon posizionamento in campo, una buona visione di gioco, velocità ed anticipo ma anche impostazione del gioco. L’interesse della Roma credo che è arrivato per le buone gare fatte in campionato e in nazionale. Credo che le mie caratteristiche sono quelle che Zeman di un giocatore per la sua squadra.   In quale punto devi ancora migliorare? Lo sai che i tifosi del Corinthians si sono ribellati alla tua partenza? Devo migliorare in molte cose. Devo migliorare sempre per migliorare. Credo che mi adatterò rapidamente perchè il calcio italiano è simile a quello brasiliano, sempre offensivo cercando il gol. I tifosi del Corinthians hanno un grande affetto per me ed hanno capito l’importanza per me di questo trasefrimento ad un Club che non è uno qualsiasi ma è importante come pochi   Hai avuto altre offerte da parte dei altri club europei? No, almeno non l’ho saputo. Se sono arrivate lo sa solo il mio agente, ma quella della Roma ès tata molto interessante ed io ho detto subito che volevo venire   Che ti aspetti dal campionato italiano? Mi hanno spiegato i miei compagni di squadra che hanno giocato qui come Taddei che si tratta di un campionato molto equilibrato anche nelle squadre minori. Un po’ come succede anche in quello brasiliano   La Roma ha investito molto nei giocatori brasiliani. Il campionato brasiliano è cresciuto molto di qualità? Il fatto di venir via hai notato da parte del Corinthians poca fiducia nei tuoi confronti? Il campionato brasiliano è cresciuto molto, ma il livello di quelli europei è maggiore. Per questo che ho deciso di venire qui. Il fatto di incontrare molti giocatori sudamericani penso che mi aiuterà molto. Il Corinthians voleva che io restassi, ma la mia volontà è stata decisiva. Avevo poche possibilità di giocare ed ho pensato che venire qui sarebbe stato meglio. E loro lo hanno capito     C’è un giocatore al quale ti ispiri? Quali obiettivi ti sei preposti? Mi ispiro a Thiago Silva il miglior difensore al mondo. Il mio obiettivo è ricavarmi uno spazio nella Roma che sò sarà difficile. Poi c’è quello di aiutare la Roma a conquistare lo scudetto.   Sei molto legato alla tua famiglia. Resteranno con te a Roma? Sì, io mi trovo molto bene con loro. Quando non gioco e non mi alleno sto sempre con loro. Mio padre e mio fratello già stanno quì, mia madre sta lavorando e arriverà il prossimo anno. Voglio avere una casa qui e stare con tutti loro.   Sei destro o mancino? Sono destro ma gioco anche a sinistra   Hai mai giocato con Castàn e ti sei trovato bene? Con chi tis enti meglio con lui o con Burdisso? Con Castàn ho già giocato nel Corinthians e mi sono trovato bene. A me non interessa giocare con uno o con l’altro, sono due grandi difensori e professionisti. Io devo lavorare per trovare il mio spazio. Loro mi sono stati vicino in questi giorni   Conoscevi già Roma e la Roma? Che impressione hai avuto di Totti e di Zeman? Roma non la conoscevo, è la prima volta che vengo in Europa e sono rimasto incantato con i monumenti con la cultura. Il campionato già lo seguivo e credo che sarà semplice  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy