Mario Rui: “Brutta gara ma contava la qualificazione. Vittoria finale? Tutto è possibile”

Le parole del terzino giallorosso dopo la sconfitta per 1-0 contro il Villarreal

di Redazione, @forzaroma

Dopo la sconfitta di stasera per 1-0, che ha comunque permesso alla Roma di passare il turno ai danni del Villarreal, Mario Rui ha parlato ai cronisti presenti. Ecco le parole del portoghese:

MARIO RUI IN MIXED ZONE

Una sconfitta che non ha conseguenze, ma forse Spalletti si aspettava una prestazione migliore…
Di sicuro non solo lui. Anche noi che siamo scesi in campo volevamo fare una partita diversa. Volevamo fare qualcosa in più, giocare meglio ma l’importante è che la qualificazione è stata raggiunta.

Molte squadre importanti sono uscite, i bookmakers dicono che la Roma e lo United sono le favorite. La squadra cosa ne pensa?
Io sto col mister, in competizioni del genere è tutto possibile. Noi terremo duro e cercheremo di vincere più partite possibili. Poi se riusciremo ad andare fino in fondo meglio.

Arriva un momento decisivo, con l’Inter ed il Napoli in campionato ed in mezzo il derby. Speri anche tu di avere spazio per dimostrare il tuo valore?
Qualsiasi giocatore spera di giocare il più possibile. Io spero che la squadra continui a fare bene e che si possano raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo prefissi.

Sulla partita?
Non era facile anche se mentalmente lo sapevamo che era una partita difficile. Loro sono stati bravi a trovare il gol che ci ha messo in difficoltà, poi nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. L’importante però era la qualificazione.

Spalletti ha detto che ha sbagliato le scelte, la sensazione è che avete fallito un’occasione voi che giocate di meno?
Questo è vero, non abbiamo fatto la nostra migliore partita, ma sarà il mister la persona più adatta a rispondere a questo tipo di domande.

Dal punto di vista fisico come stai?
Sto meglio, anche se non è facile. Continuerò a lavorare e a dare il mio massimo per poter tornare in forma.

Inter, Lazio e Napoli. Cosa vi aspettate da queste partite?
Sono partite difficili. Noi, però, dobbiamo andare a giocare contro qualsiasi squadra con la possibilità di vincere.

MARIO RUI A ROMA TV

Abbiamo avuto la conferma che il Villarreal è un’ottima squadra.
Non possiamo dimenticare che era una dellle difese migliori d’Europa e la migliore in Liga, anche se oggi non abbiamo fatto una grande partita l’obiettivo era quello di ottenere la qualificazione.

Cosa vi siete detti nell’intervallo?
Ci siamo guardati in faccia, il mister ha cambiato tatticamente e penso che siamo migliorati un po’.

Come stai? Hai messo minuti nelle gambe.
Soprattutto i minuti sono importanti, non sono al mio massimo, non mi sento il giocatore dell’anno scorso ma col tempo ci arriverò e con l’aiuto dei compagni e di quelli che mi stanno intorno spero di raggiungerlo il prima possibile.

Come avevate preparato la partita?
Come l’andata, cercare di pressarli alti, tenere il possesso di palla cercando anche la porta avversaria. Non lo abbiamo fatto benissimo stasera e domani vedremo cosa abbiamo fatto di male per migliorare e cercare di non farlo succedere contro l’Inter.

Qual è stata la difficoltà, il pressing alto o non riuscivate nei passaggi stretti?
Si queste due cose, quando riconquistavamo palla non siamo stati bravi a farla girare velocemente ed uscire dalla loro zona di pressione e giocare. Quello soprattutto nel primo tempo è stato il nostro errore e nella ripresa un po’ lo abbiamo messo a posto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy