Mancini: “Partita tosta, la Lazio è più rodata. L’importante era non perdere”

Mancini: “Partita tosta, la Lazio è più rodata. L’importante era non perdere”

Le parole del difensore dopo il fischio finale della partita con la Lazio

di Redazione, @forzaroma

Roma e Lazio pareggiano il primo derby stagionale: alla fine finisce 1-1 con i gol di Kolarov e Luis Alberto. Al termine del match ha parlato Gianluca Mancini. Ecco le sue dichiarazioni.

MANCINI A ROMA TV

Che derby è stato? Difficile giocare con questa temperatura…
E’ stato un derby molto faticoso. Era molto caldo, era la seconda di campionato.

Cosa è mancato alla Roma?
E’ mancato il gol. E’ stata una partita tosta, abbiamo preso dei pali, la Lazio è più rodata di noi. Siamo stati bene in campo, è mancato il gol per vincere.

Oggi hai assaporato per la prima volta un derby. Oggi molta sofferenza in fase difensiva: è una questione fisica o non vi muovete ancora bene?
Il mio primo derby è stato emozionante. Nei derby si può concedere, anche la Lazio ha sofferto qualcosa.

L’idea di Fonseca era di fare un gioco di attesa o aggredire alto?
L’abbiamo preparata in tanti aspetti. Il mister ci ha chiesto di stare attenti alla profondità. L’importante era non perdere, volevamo vincere ma dopo la sosta rivedremo tutto con il mister e cercheremo di fare ancora meglio.

MANCINI IN MIXED ZONE

Punto guadagnato o due punti persi?
Non persi, perché le partite vanno giocate e sono molto difficili, nel campionato italiano è difficile giocare con chiunque. Le partite sono sempre toste, arriva un derby alla seconda giornata di campionato, noi dobbiamo ancora entrare in condizone e migliorare le cose che ci chiede il mister. E’ stato un buon derby, abbiamo tenuto bene la partita, loro hanno preso dei pali e anche noi. Abbiamo pareggiato e l’importante era non perdere e dare continuità, poi vedremo dopo la sosta.

C’è stato un momento in cui hai pensato che avreste perso?
Sinceramente no. E’ vero che loro hanno preso dei pali ma l’abbiamo presi anche noi, ogni volta che salivamo avevo la sensazione che potessimo segnare. Come derby è sstato a viso aperto, squadre alla fine lunghe, la condizione era quello che era, l’importante era non perdere e l’abbiamo fatto.

La pausa arriva nel momento giusto?
La pausa arriva perché ci sono impegni importanti con la Nazionale, bisognerà fare bene lì. Poi al ritorno con il mister rivedremo questa partita e cercheremo di migliorare tante cose. Siamo all’inizio e bisogna farlo per fare un’ottima stagione.

Che atmosfera hai respirato in questo derby?
Bellissimo, molto emozionante. Non vedevo l’ora di fare il riscaldamento, appena siamo entrati c’erano i tifosi che cantavano e ci spingevano, è stata una bella emozione. L’ho sempre vissuto dalla tv, ho sempre pensato che il derby di Roma fosse il più bello d’Italia e il più sentito e sono orgoglioso di averlo potuto giocare. Volevo vincerlo, ma è stata una partita molto bella ed emozionante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy