Mancini: “Il derby lo vince la Roma e segna Dzeko. Bello il tacco di Pastore, ma il mio…”

Mancini: “Il derby lo vince la Roma e segna Dzeko. Bello il tacco di Pastore, ma il mio…”

Parla l’esterno brasiliano: “Il gol nel derby un’emozione indelebile. Di Francesco l’uomo giusto dal quale ripartire”

di Redazione, @forzaroma

Il tacco e il derby. Due cose tanto vicine negli ultimi giorni, con Pastore a deliziare la platea dell’Olimpico contro il Frosinone e la sfida con la Lazio che arriva oggi. Anni fa, però, questo binomio portava solo ad Amantino Mancini: l’esterno brasiliano è stato intervistato da gianlucadimarzio.com. Queste le sue parole: “Eh, bravo Pastore, bellissimi i due gol di tacco ma con la palla a terra sono buoni tutti. Io in quel derby la presi in aria…Quando vidi la palla in rete, mi misi a correre verso la Sud. Sentivo il boato e non capivo niente. Un ricordo indelebile e fu il mio primo gol in serie A, non potevo scegliere un modo migliore.
Credo tanto in Di Francesco. È un grande tecnico e anche in un momento di difficoltà come questo, lui è la certezza su cui fare affidamento. L’anno scorso ha fatto vedere un calcio offensivo di grande livello, come piace a me. Da lui bisogna ripartire. 
Purtroppo il livello della squadra si è abbassato rispetto all’anno scorso. Sotto ogni profilo: manca qualcosa a livello tecnico, agonistico e di esperienza. Fra tutte, credo che la partenza più difficile da assorbire sia quella di Alisson”.
Non è passata inosservata in questi giorni la polemica Totti-Baldini per le parole nel libro “Un Capitano: “Voglio un gran bene e stimo tantissimo entrambi. Baldini è stato il primo a credere in me e gli sarò per sempre grato. Mi ha portato in Italia quando ancora nessuno qui mi conosceva. Francesco è stato un compagno splendido, uno dei più forti con cui ho giocato e un leader silenzioso nello spogliatoio. Un ragazzo timido e buono, il simbolo. Dovunque vai quando dici “Roma”, la gente dice “Totti”. Arriva anche un pronostico sul derby: Vincerà la Roma 2-1. Segnerà Dzeko. E magari il mio amico Daniele: un altro simbolo di Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy