Luis Enrique: “Vittoria meritata su uno dei campi più difficili della serie A”

di Redazione, @forzaroma

Ecco le parole di Luis Enrique ai microfoni di Sky,Mediaset,Roma Channel conferenza stampa al termine di Palermo-Roma 0-1.

LUIS ENRIQU A SKY

 

Cosa è stata la cosa più importante di questa vittoria?
Mi è picaiuto l’atteggiamento della squadra in un campo e contro una squadra difficile da giocare.Tre punti importanti per continuare a crederci.

Ha tenuto bene anche la difesa
Io non vedo solo difesa o attacco ma tutta la sqaudra. Faccio i complimenti a tutti perché s elo meritano

Oggi Bojan in una intervista ha detto che lei sarebbe il miglior erede di Guardiola nel Barcellona. ma Bojan non gioca…
Lui gioca quello che deve giocare, sta migliorando la sua condizione, e sono convinto che saremo ancora

De Rossi si è messo tra i due centrali, può giocare alla macherano?
Già lo ha fatto contro la Juve, gente con le sue qualità può giocare dovunque ma credo che il suo ruolo migliore è questo a centrocampo che a volte da una mano dietro.

Si è vista una squadra con i terzin i un po’ bloccati
Cerchiamo un euqiulibrio ma anche mettere in difficoltà l’avversario. Sapevamo che senza fare una gara completa avremo sofferto

Bella nel primo tempo poi un calo. Perché?
Dovremmo vedere ogni partita dal piano individuale. Oggi il palermo ha fatto il pressing più alto, potevamo chiudere la partita e non lo abbiamo fatto, ma abbiamo meritato questa vittoria

Lobont gioca molto alto. E’ così che deve giocare anche Stekelenburg?
Deve essere il nostro primo attaccante e il nostro ultimo difensore. Oggi Lobont ha diostrato di essere un grande professionista e una grande persona. Il portiere nel nostro gioco deve giocare neme von i piedi

A Lamela cosa manca per essere più continuo?
Lui è di un livello incredibile, ha fatto una gara completa e l’ho tolto perché lui  e l’ha chiesto. Ha tanta voglia e sono felice che giochi con noi

 

LUIS ENRIQUE A MEDIASET

Vincere su questo campo non è facile
“Si, non è facile, lo sapevamo. Dopo due sconfitte è normale avere un po’ di dubbi sulla fiducia. Ho visto una buona gara e un buon livello, sono contento.”

Non si chiude la partita però.
“Succede a tutte le squadre. Il primo tempo siamo stati superiori, il secondo hanno pressato di più con calciatori più buoni. Negli ultimi cinque-dieci minuti siamo stati in difficoltà.”

Non chiederai di rinnovare il contratto prima?
“Io lavoro ogni settimana per migliorare, qualche volta lo facciamo, altre sembra di no. Ho parlato e ho detto quello che penso, non chiederò niente e sono davvero contento di essere a Roma.”

In molti la individuano come prossimo allenatore del Barcellona.
“Cosa devo dire…L’unica cosa è che sono contentissimo di essere qui e sono convinto di poter migliorare tantissimo.”

Lei è un tecnico che sa insegnare calcio: i risultati della Roma dipendono sempre dalla Roma e difficilmente dagli avversari, che ne pensa?
“E’ un complimento per me. Gli avversari cercano sempre di adattarsi a noi ma per me è una soddisfazione. Vedere come gli avversari cercano di limitarci e non di giocare. Dobbiamo migliorarci e oggi voglio fare i complimenti a Kjaer, lui è di grande livello ed ha bisogno di un po’ di fiducia. Ha fatto una gara completa ed è stato tra i migliori.”

Dopo un derby non era facile una reazione del genere. Cosa ha detto ai giocatori per recuperare la loro fiducia?
“Non ricordo nulla di ciò che ho detto. Lavorare sulla testa dei calciatori è importante, loro devono capire che lo faccio con sincerità, io ho tanti difetti ma sono sincerissimo. Credo che lo abbiano capito e credo che questa rosa possa migliorarsi tantissimo. Adesso aspettiamo la gara dell’Olimpico per ritrovare il nostro tifo e finire la stagione nel migliore dei modi.”

La posizione di Borini e Lamela, con i tagli che si fanno in avanti, non si potrebbe invertire?
“Il Palermo aveva Balzaretti, un calciatore di altissimo livello ed ho messo Borini per il suo spirito di sacrificio. Ha fatto un gol divino, comunque loro si possono invertire.”

 

LUIS ENRIQUE A ROMA CHANNEL

Partita di grande attenzione?
Dovrebbe essere sempre così. La concentrazione è importantissima nel calcio. Sono contento del loro rendimento, del controllo della partita. Non dobbiamo dimenticare che questo è un campo difficile dove costa tanto vincere e aspettiamo la prossima partita.

Roma che ha dominato, però che non ha chiuso la partita…
Nel primo tempo eravamo ad alto livello, poi sono contento per giocatoti che erano in discussione come Kjaer e Angel. Kjaer è stato un colosso e sono contentissimo del loro rendimento e di tutta la squadra. Faccio i complimenti anche a Lobont

Cenno di intesa fra lei e Lobont
Portiere modernissimo. Le sue giocate che deve rischiare, penso sia importante che i calciatori non solo conoscano quello che vuole il mister ma devono dirmi anche il loro pensiero. E’ stata una settimana importante su questo piano e spero che questo risultato dia il via a risultati come questo

In settimana la squadra si è allenata tanto su palla inattiva
A me piace parlare con i calciatori, mi sento benissimo con questi ragazzi, ognuno ha la sua personalità ed normale che esista questo rapporto.

Stekelenburg, Pjanic, Juan, Taddei giocatori importanti che mancavamo. Conta la mentalità più che gli uomini, siamo vicini a questa idea?
Si sempre di più, dobbiamo andare in qualsiasi stadio e fare la nostra proposta. L’idea di quello che voglio io per la mia squadra è fare sempre la nostra partita ed essere una squadra che difende sempre lontano dalla sua porta.

LUIS ENRIQUE A RAI SPORT

Vittoria importante
Si, dopo qualche sconfitta la fiducia della squadra può risentire. Oggi era importante. Abbiamo fatto una buona gara, senza soffrire quasi niente, tranne negli ultimi 10 minuti

La partita andava chiusa prima
Non l’abbiamo fatto. E’ mancata la finalizzazione in alcune occasioni. Ma la squadra ha fatto una partita completa, è normale che se non la chiudi poi soffri. Alla fine siamo stati anche fortunati ma credo che la vittoria è meritata

Fase difensiva preoccupante
Tutte le squadra hanno qualità, è normale che una squadra come noi va in difficoltà contro una squadre che si mette tutta dietro e poi riparte. Ma migliorando il possesso palla e facendo gare come quelle di oggi, è difficile batterci

Partita brutta
Io firmo per fare partite come quella di oggi

Lamela, gli manca un po’ di convinzione nella finalizzazione
Lamela è un classe ’92 ed ha già una gran personalità ed un gran fisico. Ha molto da migliorare ma ha tutto per diventare un grande. Vedo in lui delle giocate che non tutti fanno. Ha un gran carattere, e il carattere non si compra al supermercato. Ha la testa sulle spalle e sono contentissimo di lui.

Borini
Adesso sembra che segna con qualsiasi pallone che tocca. Mi ha sorpreso tantissimo. Può diventare un giocatore di riferimento

Resterà a lungo a Roma?
Io ho detto che almeno starò a Roma per la durata del mio contratto, ma forse anche 5 anni in più.

LUIS ENRIQUE IN CONFERENZA STAMPA

Barbera campo difficile…
Si è vero. L’obiettivo è non cambiare nulla, Anche quando eravamo in vantaggio abbiamo cercato di mantenere la partita e chiuderla. Credo che alla fine abbiamo meritato questa vittoria

C’è stato un calo fisico della squadra negli ultimi venti minuti?
No non è stato così. Questa partita è importante dopo quello che abbiamo visto. E’ normale che se la squadra avversaria fa di tutto per pareggiare noi dobbiamo cercare che questo non avvenga

Quanto è importante questa vittoria dopo il derby?
Guardo solo la prossima partita, siamo lontani dal terzo posto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy