Lucio si arrabbia: “Fate ‘sto stadio”. El Shaarawy: “Roma, non mollare”

Il tecnico interviene con un appello alle istituzioni, anche Totti e Gandini gli fanno eco. Frongia: “Parere negativo non è bocciatura”. Mercato: Gasp smentisce, Rudi vuole Dzeko

di Luca Benincasa Stagni, @lucabeninstagni

La domenica della Roma, pur non avendo giocato, è stata tutto tranne che noiosa. A vivacizzarla ci ha pensato Luciano Spalletti, che ha letteralmente preso la scena in diretta tv: “A Roma va fatto lo stadio. Famo ‘sto stadio. E non solo a Roma, gli stadi vanno fatti per tutte le squadre d’Italia”. La società sta spingendo affinché il progetto vada in porto e subito altri giallorossi hanno fatto eco alle parole del tecnico. Florenzi, Totti, Gandini. Tutti insieme per lo stadio della Roma. Il capitano non ha usato mezzi termini: il nuovo impianto è fondamentale per la società, come il Colosseo per la città: Vogliamo il nostro Colosseo moderno, una struttura all’avanguardia per i nostri tifosi e per tutti gli sportivi”. C’è, però, da convincere il Campidoglio e soprattutto l’assessore Berdini. Il politico, dopo l’infelice uscita di ieri (“Sullo stadio l’hanno presa sui denti”) è stato subissato di insulti e minacce sul suo profilo Facebook. A invitare tutti alla calma ci ha pensato allora Frongia: “Quel parere negativo non è una bocciatura, i tifosi stiano tranquilli”.

“NON MOLLIAMO” – Dal Campidoglio all’Olimpico, martedì la Roma dovrà rispondere al Napoli e alla Lazio, che hanno stravinto tra ieri e oggi. Stephan El Shaarawy ha evidenziato l’esigenza della vittoria: “Con la Fiorentina vogliamo rilanciarci e vincere. La Juve è forte, ma noi non dobbiamo mollare”. Per l’esterno martedì ci dovrebbe essere una maglia da titolare: “So che sono più bravo quando parto da titolare e per un giocatore la continuità è importante. Devo, però, migliorare anche quando subentro”. Proprio in vista della Fiorentina, Spalletti oggi ha lavorato con la squadra sulla tattica e gli schemi. Vermaelen desta preoccupazioni: il belga ha subito un trauma contusivo alla mano destra e le sue condizioni verranno valutate ora per ora.

MERCATO – Intanto non si può di certo dire che il mercato della Roma sia finito il 31 gennaio. La società è già a lavoro per migliorare la squadra a giugno. Oltre Kessié, oggi è trapelato un interesse per il giovane difensore del Friburgo, Soyuncu. Per quanto riguarda la panchina, invece, Gasperini ha smentito qualsiasi voce che lo vorrebbero come l’erede di Spalletti: “Io alla Roma? – ha dichiarato –Fantacalcio”. Il toscano infatti deve ancora rinnovare ed il prolungamento del suo contratto, insieme a quelli di De Rossi e Totti, è nella fitta agenda della Roma. Intanto Rudi Garcia potrebbe sottrarre alla sua ex squadra Dzeko, per portare il Marsiglia al livello di PSG e Monaco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy