Liverpool, scontri prima del match. Ferito un inglese, arrestati due tifosi della Roma – VIDEO

Le schermaglie a pochi minuti dal fischio d’inizio: ad avere la peggio è un 53enne dei Reds, ferito con una cinta e trasportato in ospedale. “Erano aggressivi e offensivi”, le prime testimonianze. Gli ultras giallorossi avevano anche un martello

di Redazione, @forzaroma

LIVERPOOL – Momenti di tensione fuori dall’Anfield a pochi minuti dal fischio d’inizio dell’andata della semifinale tra Liverpool e Roma. Inizialmente gli scontri sono avvenuti al pub Albert, in una zona poco lontana dallo stadio, con protagonisti delle schermaglie i tifosi di fede giallorossa e la polizia. Poi, quando le squadre erano già arrivate allo stadio e l’impianto inglese cominciava a riempirsi, sono iniziati i tafferugli con la tifoseria di fede Reds proprio davanti i cancelli di entrata della Kop, la curva del Liverpool.

Secondo le prime ricostruzioni dei tabloid d’oltremanica, gli inglesi avrebbero lanciato delle bottiglie in direzione di quelli romanisti. Da qui la reazione dei 35-40 giallorossi, che ha visto vittima un supporter 53enne inglese, rimasto ferito. “È stato pugnalato” è stato uno dei primi allarmi, non confermato dalla polizia locale, che parla solamente di cinture. “Ero lì per incontrare il mio amico, poi tutti i tifosi della Roma con le loro cinture, hanno cercato di colpire i tifosi del Liverpool. Erano aggressivi e offensivi”, ha raccontato un sostenitore della squadra di Klopp. In un’istantanea anche l’immagine di un tifoso con in mano un martello.

Immediato l’intervento della polizia che ha riportato la situazione sotto controllo e di un’ambulanza che ha soccorso immediatamente l’uomo rimasto a terra privo di sensi. Arrestato un romanista, le segnalazioni sono arrivate alle forze dell’ordine anche tramite Facebook e Twitter.
Dopo il fischio finale, il deflusso dei tifosi è stato inizialmente tranquillo, poi la polizia ha ricorso in alcune cariche di alleggerimento viste le intemperanze di alcuni supporter del Liverpool, in cerca di vendetta personale. Alcuni giallorossi sono rimasti nei pressi dello stadio per timore degli agguati da parte degli ultras dei Reds nelle strade nei pressi dello stadio.

 

TENTATO OMICIDIO
In seguito la Merseyside Police ha fornito i dettagli dell’accaduto in una nota. Due uomini provenienti da Roma, di 25 e 26 anni, sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio e saranno interrogati dai detective nella stazione di polizia dove sono stati portati. I fatti parlano di un uomo di 53 anni, forse irlandese, aggredito a seguito di una lite tra tifosi Reds e tifosi romanisti, intorno alle 19.15 nei pressi del pub Albert. Il tifoso del Liverpool è stato colpito alla testa con una cintura, soccorso dai paramedici e trasportato al Walton Neurological Centre. Le sue condizioni sono descritte come critiche. La Merseyside Police ha lanciato poi un appello a chiunque abbia notizie o materiale video dell’accaduto, informazioni che possono essere vitali per fare chiarezza.

tifoso_martello
FOTO: David Ornstein – Tw @bbcsport_david

SHOCK LIVERPOOL
Successivamente è arrivato anche il comunicato ufficiale del Liverpool: Siamo scioccati e sconvolti dopo che un tifoso è in condizioni critiche in seguito a un attacco prima della partita di Champions League contro la Roma. I nostri pensieri, in primo luogo, sono con la vittima e la sua famiglia Gli sarà offerto da parte nostra totale supporto. La società sta collaborando con i servizi di emergenza da quando è accaduto l’incidente e continuerà a farlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy