Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Mourinho: “In Conference arbitri scarsi, mancano due rigori nettissimi”

Getty Images

Le parole dell'allenatore giallorosso: "Abraham, Zaniolo e Mkhitaryan non vivono un grande momento, segna solo El Shaarawy. Loro due tiri e due gol, arbitraggio decisivo"

Redazione

La Roma non va oltre il pareggio: contro il Bodo/Glimt è 2-2, con le reti di Solbakken e Botheim per gli avversari e con quelle di El Shaarawy e Ibanez per i giallorossi.  A fine partita José Mourinho ha parlato della gara.

MOURINHO A SKY SPORT

Il risultato vi va stretto? "Sì. Non abbiamo fatto una grande partita, abbiamo sbagliato tanto tecnicamente. Anche nel primo tempo, ogni palla a Darboe o Veretout era persa. Davanti abbiamo fatto fatica. Possiamo dire quello che vogliamo, però la realtà è che abbiamo pareggiato: loro due tiri due gol, noi non so quanti tiri e due gol. Però due rigori netti. In Conference League forse ci sono arbitri scarsi. Oggi, mi dispiace, ma una volta di più devo dire che mancano due rigori netti".

Pensi a degli aggiustamenti per dare equilibrio? "No, dipende dai giocatori che abbiamo a disposizione. Senza Vina ho avuto un problema nel marcare Solbakken. Oggi ha toccato una palla e ha fatto un gol pazzesco. Ma se metto Ibanez a sinistra chi gioca al centro? Dopo la prima partita, oggi dovevo proteggere Kumbulla. Così dietro ho messo Cristante, a centrocampo ha giocato Darboe e poi Villar. Quando si parla di equilibrio, bisogna parlare delle caratteristiche dei giocatori. Il Milan l'altro giorno ha cambiato con Bakayoko e Tonali... Oggi però non ho visto grandi problemi. La squadra ha controllato bene dietro. El Shaarawy è andato a sinistra perché non ci stava un terzino che potesse attacca. Il problema c'è stato davanti: Mkhitaryan, Zaniolo e Abraham hanno sbagliato tanto, non sono in un grande momento. Una volta di più devo dire che l'arbitraggio è stato decisivo. La squadra ha rispettato la maglia fino alla fine. Noi possiamo arrivare primi solo contando su di noi, ma possiamo arrivare sicuramente secondi vincendo la prossima in casa con lo Zorya".

Zaniolo e Abraham non riescono a esprimere tutto il loro talento... "È vero. Ora quello che segna di più è El Shaarawy. Anche Shomurodov non vive un momento di grande fiducia. Ma vorrei ridire, quanti punti abbiamo perso per l'arbitraggio? Basta pensare alla partita con la Juventus, alla partita col Milan, così potete contare quanti punti abbiamo perso".

MOURINHO A DAZN

Partirei dalla fine. Due giocatori della Roma a terra, anche stasera ha notato episodi dubbi? "Dubbi? Tu dici dubbio? Guardali in tv. Sono due rigori netti. Posso dire abbiamo giocato bene o male, ma due rigori sono tanti e influenzano la partita. Loro hanno fatto due tiri e due gol. Noi i due gol, due rigori e altre 5 occasioni. Potrei dire molte cose, ma la realtà è il risultato di 2-2 e due rigori netti".

MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

I primi fischi dei tifosi come li ha vissuti? Non li ho sentiti, ero totalmente concentrato sulla partita. Non sono lì per giudicare, sentire o interpretare.

Ci sono stati errori arbitrali che senza il Var è difficile vedere. Con o senza il Var per noi non cambia niente.

Il Bodo vi ha imbrigliato, cosa non ha funzionato stasera? "Loro hanno fatto due tiri e due gol. Noi due gol, due rigori netti e quattro-cinque possibilità o altre quattro-cinque chance dove abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio. Meritavamo di vincerla, anche perché i due rigori vanno sopra tutto quello che possiamo analizzare. Loro sono una buona squadra, ben organizzata con qualche buon giocatore ma non abbiamo avuto nessun problema a giocare contro di loro. Abbiamo sbagliato tecnicamente, non ci sono stati problemi tattici. Rui Patricio non ha toccato un pallone, siamo stati sempre in controllo. Sta mancando il genio, la tecnica che decide, il gol che ha fatto El Shaarawy è un po' contraddittorio e anche l'occasione parata bene dal portiere. C'è gente che perde la decisione, il controllo, principalmente quelli che giocano davanti. Karsdorp era sempre larghissimo, anche El Shaarawy, c'erano giocatori dentro, da Mkhitaryan a Zaniolo, più Abraham, Perez, Villar. Sta mancando quel genio che viene anche con più fiducia. Ma l'unico problema è stato il risultato, che chiaramente non mi piace, ma la sensazione negativa è per gente che non sta bene. Ibanez per me sta giocando in maniera tremenda, Solbakken se lo è messo in tasca, ora difende benissimo ed è dominatore, gioca semplice, rifinirisce bene, anche in attacco, sta molto molto bene. Altri non sono in un grande momento, abbiamo bisogno di due settimane dove la gente deve recuperare, ci sono le nazionali. Abbiamo bisogno di questa pausa perché non siamo in un momento di grande fiducia".

Il doppio regista con Cristante in difesa può essere riproposta? "Quando la rosa è così, dobbiamo essere preparati per utilizzare giocatori per chiudere gli spazi. Oggi ho deciso di non far giocare Calafiori perché Vina è infortunato, ho pensato che Ibanez potesse fare bene e lo ha fatto. Con Cristante avevamo bisogno di qualità, ha fatto 10 passaggi per Karsdorp. Lui è un giocatore di centrocampo e ha questa possibilità ma non è un centrale di difesa, non c'è dubbio. Però in questa rosa è importante avere gente che può fare diversi ruoli".

Cosa pensa del Bodo? "Oggi non mi è piaciuta (ride, ndc). Non posso dire non mi è piaciuta, ha fatto una partita diversa, noi abbiamo le opportunità e loro hanno segnato due volte con due tiri. Sono stati organizzati per non perdere e non è una critica. Hanno voluto guadagnare tempo, un po' di antigioco col tempo. Hanno avuto la fortuna che gli arbitri non sbagliano mai a favore nostro, sempre contro di noi. Meritavamo di vincere ma per loro è un risultato buono e quindi complimenti".

MOURINHO A ROMA TV+

"Possiamo parlare di tutto, di come abbiamo giocato o di ciò che abbiamo sbagliato. Si può parlare di tutto. Ma la realtà è che il risultato è 2-2 e mancano due rigore nettissimi. Questo ha avuto un'influenza decisiva sul risultato e su come la partita si sviluppa. Importante essere sotto due volte e poi pareggiare e provare a vincere. Hanno fatto due gol con due tiri, Rui Patricio non ha fatto una parata. Abbiamo avuto tante occasioni: una gran parata su El Shaarawy, occasioni per Abraham e Zaniolo che non hanno preso la decisione giusta, tanti calci d'angolo nel secondo tempo, palle che sembravano entrare e invece non entravano... non abbiamo fatto una partita fantastica, è vero. Ma una partita più che sufficiente per vincere".