Lippi: “Non credo che i cinesi vogliano investire in Italia. La Roma è una grande potenza del campionato”

di finconsadmin

“I cinesi nella Roma? L’ho letto sui giornali italiani, ma la sensazione che ho io, parlando spesso con il nostro presidente e il grande capo, che sono venuti in Italia, a Milano, che volevano vedere e conoscere. Tutti pensavano che questo interesse portasse ad un investimento cinese in Italia. Ma loro vogliono conoscere, ma gli investimenti li vogliono fare in Cina, non mi risulta che ci sia qualcuno che voglia investire in Italia”. Sono le parole del tecnico del club cinese Guangzhou Evergrande, Marcello Lippi, a Radio Anch’Io Sport, sulla possibilita’ che investitori cinesi entrino nella Roma. La mia sensazione e’ che vogliono conoscere, aprirsi mentalmente ma poi investire in Cina, non mi risulta che qualcuno voglia investire in Italia”.(AGI)

 

Poi Lippi parla di Juve e Roma  “La crescita della Juventus e’ sotto gli occhi di tutti, ha voglia di andare avanti in Champions, e le piccole battute d’arresto con il Copenaghen ed il Galatasaray non incideranno, visto che sono ancora li’. E’ una grande potenza che forse quest’anno vedo nella Roma, che ha trovato entusiasmo e nuove sinergie. I giallorossi hanno trovato unita’ di intenti e con queste caratteristiche hanno ripreso quota grandi giocatori come Daniele De Rossi, o quel fenomeno di Francesco Totti, che sta facendo grandi cose. La Juve e’ la squadra piu’ forte, ma la Roma ha avuto una grande partenza che non si puo’ sciogliere dopo due pareggi, c’e’ qualcosa di molto importante creata dal tecnico Garcia”.

 

 “I miei amici possono testimoniare che all’inizio dell’anno avevo detto che mi intrigava la Roma e che se riusciva a ritrovare quella alchimia a voglia potevano fare bene, e cosi’ e’ successo. Non mi aspettavo, invece, un inizio di stagione cosi’ difficile del Milan. Stanno evidentemente influendo anche motivi extra calcistici che non fanno bene alla squadra. Se sia la fine di un ciclo non lo so, ma ci puo’ anche essere, comunque certi dirigenti e personaggi prima di privarsene ci debbono pensare bene”, aggiunge Lippi riferendosi ad Adriano Galliani (Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy