Lega Nord, interrogazione parlamentare contro Unicredit

di Redazione, @forzaroma

L’onorevole Gianluca Buonanno, rappresentante alla camera deideputati della Lega Nord, stamane ha pubblicato un’interrogazione parlamentare contro Unicredit.

Ecco il testo integrale:

Interrogazione a risposta scritta:

BUONANNO- LNP. Al Ministro dell’economia e delle finanze. – Per sapere – premesso che:è stato recentemente siglato tra Unicredit e Italpetroli un accordo per cancellare la posizione debitoria della società, a mezzo conferimento del pacchetto di controllo dell’A.S. Roma, in quanto Italpetroli, la holding che controllava la società A.S. Roma, da tempo presentava una situazione debitoria molto pesante, con un’esposizione di 325 milioni di euro verso l’Unicredit e di 80 milioni verso il Monte dei Paschi di Siena; in base all’ultimo bilancio approvato, i ricavi consolidati di A.S. Roma sono diminuiti dell’8,7 per cento a 108,2 milioni ed il risultato netto di competenza è in perdita per 2,43 milioni; i debiti di funzionamento erano pari a 54 milioni al 31 marzo 2010, di questi 21 milioni scaduti, ma non pagati. Al 31 maggio 2010 i debiti verso calciatori e tesserati ammontavano a 21 milioni, mentre il patrimonio netto al 31 marzo ammontava a soli 6,56 milioni di euro; Unicredit non è una banca a carattere regionale ma è la più importante banca italiana, con interessi in tutto il territorio nazionale, e le sue scelte, qualora si rivelassero poco oculate, avrebbero pesanti ripercussioni su tutti i piccoli risparmiatori che afferiscono i propri capitali alla banca; le scelte di Unicredit nei confronti di una società la cui cattiva gestione appare all’interrogante evidente sono, sempre ad avviso dell’interrogante, del tutto incoerenti con gli eccessi di prudenza con i quali vengono valutate le richieste di fido e di mutuo da parte delle piccole imprese, in difficoltà a causa della crisi economica e da parte delle famiglie; l’A.S. Roma è società quotata in borsa valori; Unicredit si trova nell’anomala situazione di azionista di una società calcistica professionistica anche in seguito ad una discussa cessione del pacchetto di maggioranza a soci statunitensi -: quali azioni la CONSOB abbia assunto per tutelare i piccoli azionisti della società essendo questa quotata in borsa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy