Lecce, agguato dei tifosi baresi ai sostenitori giallorossi. Il club: “Condanniamo ogni forma di violenza”

Lecce, agguato dei tifosi baresi ai sostenitori giallorossi. Il club: “Condanniamo ogni forma di violenza”

Sull’autostrada all’altezza di Cerignola, i tifosi del Bari – in viaggio per la trasferta contro la Cavese – hanno accerchiato i mezzi degli storici rivali

di Redazione, @forzaroma

Brutta avventura per i tifosi del Lecce sulla strada che porta verso la trasferta dell’Olimpico contro la Roma in programma questa sera. Come riporta corrieresalentino.it, i sostenitori giallorossi – intorno alle 12, lungo l’autostrada all’altezza di Cerignola – sono stati vittime di un vero e proprio agguato da parte dei tifosi del Bari. Gli storici rivali, che erano in viaggio verso Castellammare di Stabia per la sfida contro la Cavese (Serie C), hanno letteralmente accerchiato i leccesi lungo la strada. Alcuni pullman sarebbero stati anche dati alle fiamme, chiamando chiaramente sul posto forze dell’ordine e mezzi dei soccorsi. Attimi di paura per i sostenitori giallorossi. Il Lecce, tramite un comunicato ufficiale, ha voluto esprimere la propria vicinanza ai tifosi colpiti dall’agguato. Questa la nota del club salentino:

L’U.S. Lecce esprime la propria vicinanza ai tifosi giallorossi, vittime di un vile agguato, avvenuto in tarda mattinata, nel tragitto per raggiungere la Capitale e assistere alla gara di campionato Roma-Lecce. La carovana dei mezzi dei sostenitori giallorossi, partita da Lecce, è stata bloccata sull’autostrada all’altezza di Cerignola dove alcuni veicoli sono stati danneggiati e uno di questi dato alle fiamme. In un momento in cui il Paese sta attraversando una emergenza sanitaria di portata storica, si prende atto con sgomento, che ci sono individui che preferiscono concentrarsi su azioni delittuose, a danno di altre persone, prendendo di mira tutti indiscriminatamente. L’U.S. Lecce, nel condannare fermamente ogni forma di violenza, ripone la massima fiducia nel lavoro delle Autorità competenti, in attesa che sia fatta piena chiarezza sull’accaduto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy