Le due rose di Di Francesco. Roma, ora sei al completo

Le due rose di Di Francesco. Roma, ora sei al completo

Il direttore sportivo Monchi con i nove acquisti (Bianda arriva questa sera) ha regalato due squadre al suo tecnico per permettergli il famoso turnover tra gare di campionato, coppa Italia e Champions League

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Due rose, due squadre, due motivi per provare a vincere. La Roma è al completo, almeno per ora. Il direttore sportivo Monchi con i nove acquisti (Bianda arriva questa sera) ha regalato due squadre al suo tecnico per permettergli il famoso turnover tra gare di campionato, coppa Italia e Champions League. Un ulteriore step per avvicinarsi alle famose due formazioni dei top club: mezzo passo più vicino alla Juventus. L’altro andrà fatto in campo.

FORMAZIONE A – “Ad ora non sono arrivate offerte per Alisson”, le parole di Monchi. E allora nella formazione titolare c’è ancora lui, il brasiliano impegnato con la Seleçao in Russia e pronto a difendere la porta giallorossa se non dovesse arrivare l’affondo del Real Madrid e del Chelsea. In difesa, sulla destra, il tanto atteso Karsdorp: ottantadue minuti la scorsa stagione, tanta sfortuna e molta voglia di riscatto. L’olandese, che si alternerà con Florenzi nelle tre competizioni, è costato a Monchi 19 milioni di euro, ragion per cui sarà impiegato in campo con regolarità. La coppia dei centrali, salvo clausole, sarà l’ormai rodata ManolasFazio, con Kolarov sulla sinistra. A centrocampo le maggiori novità. Salutato Nainggolan, ecco Pastore e Cristante. L’ex Psg ha parlato con Di Francesco, sarà la mezzala di sinistra con licenza di avanzare sulla trequarti, soprattutto a cambio modulo a gara in corso. In cabina di regia titolare capitan De Rossi, con Gonalons e Strootman pronti ad aiutare il 34enne nel corso della stagione. L’attacco potenzialmente è letale: Cengiz Under a destra, Edin Dzeko al centro e il tanto atteso Justin Kluivert a sinistra.

Roma A (4-3-3): Alisson, Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, De Rossi, Pastore; Under, Dzeko, Kluivert.

FORMAZIONE B – Mai come in questa stagione sarà difficile chiamarle ‘riserve‘. La seconda squadra giallorossa potrebbe lottare per una buona posizione in campionato, e sicuramente aiuterà Di Francesco a destreggiarsi tra le oltre quaranta partite stagionali. Cambio in porta: fuori Skoruspki, dentro Antonio Mirante. Sicurezza ed esperienza, il portiere ex Bologna avrà spazio in Coppa Italia come era successo per il polacco. Florenziriserva‘ di lusso: il vicecapitano – salvo colpi di scena sulla situazione contratto – sarà il dodicesimo uomo, il primo sostituto-jolly di Di Francesco. Al centro la coppia JesusMarcano, con il neo acquisto Santon sulla destra per far respirare Kolarov. Strootman in panchina? Di Francesco esulta. Perché avere un giocatore del calibro dell’olandese tra le pettorine gialle significa più scelta e sicuramente più qualità. Lui nel centrocampo della Roma B con Gonalons in cabina di regia (aspettando i giovane Coric) e Lorenzo Pellegrini. In attacco i senatori El Shaarawy e Perotti, con Schick punta e vice-Dzeko. Aspettando Berardi, la Roma può contare anche su Gerson e Zaniolo a centrocampo, Luca Pellegrini in difesa e Defrel in attacco.

Roma B (4-3-3): Mirante; Florenzi, Marcano, Jesus, Santon (Lu. Pellegrini); Lo. Pellegrini, Gonalons (Coric), Strootman; El Shaarawy; Schick (Defrel), Perotti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy