Lazio, Lulic: “Dobbiamo riprenderci prima del derby”. Parolo e Inzaghi: “Sarà occasione per ripartire”

I protagonisti biancocelesti commentano amaramente l’eliminazione: “Siamo stati dei polli, ora bisogna recuperare energie fisiche e mentali”

di Redazione, @forzaroma

La Lazio saluta l’Europa in maniera inaspettata e inspiegabile, prendendo 3 gol in 4 minuti. A tre giorni dal derby, gli umori delle due piazze sono estremamente opposti. Al termine della sconfitta a Salisburgo, i calciatori biancocelesti hanno commentato la partita.

PAROLO A SKY SPORT

Cosa è successo?
Abbiamo avuto l’occasione per il 2-1, poi ci siamo abbassati troppo e hanno segnato da fuori, poi un tiro deviato. Hanno preso fiducia, noi abbiamo perso le distanze. Complimenti a loro, anche noi abbiamo le nostre colpe. Fino al 60′ eravamo in controllo, siamo stati dei polli a prendere subito il pareggio, invece gli abbiamo dato morale e questo ci ha tagliato le gambe. Non abbiamo avuto la giusta reazione, complimenti al Salisburgo che è passato meritatamente.

Cosa lasciano queste serate?
Amarezza. Non siamo ancora una squadra che può ambire a certi traguardi in Europa altrimenti non perdi così. Abbiamo peccato di sufficienza sull’1-0, ma finché non fischia tre volte la partita non è finita. Dobbiamo fare mea culpa e ripartire da domenica, che abbiamo una partita importante.

LULIC A SKY SPORT

Siamo partiti bene, eravamo in vantaggio. Poi siamo crollati inspiegabilmente, a questi livelli basta non essere concentrati per dieci minuti e prendi 4 gol. Mi dispiace, non abbiamo fatto per tutta la partita quello che dovevamo fare. Non è stato un calo fisico, più mentale. In quei 15 minuti è andato tutto come non doveva andare. Dopo il 2-1 abbiamo avuto un’occasione, non abbiamo segnato e poi lo hanno fatto loro subito dopo. Manca esperienza nel gestire il pallone e il risultato, soprattutto in quei 15 minuti di blackout che abbiamo avuto.

LULIC A LAZIO STYLE CHANNEL

Difficile trovare parole dopo quello che è accaduto. Inspiegabile. Avevamo tutto nelle nostre mani. Siamo stati in gara, poi in quei quindici minuti è mancata concentrazione ed esperienza nel gestire meglio il risultato. E’ mancato tutto in quel momento. Mi dispiace, ci tenevamo molto. Dobbiamo guardare avanti. Derby? Adesso non ci penso. Dobbiamo riprenderci mentalmente e fisicamente. Tornare quelli che eravamo. Domenica ci aspetta una nuova partita, al di là della stracittadina. Abbiamo fatto errori non da Lazio. Abbiamo avuto delle occasioni, se fai gol diventa un’altra partita. Invece ne abbiamo presi tanti, quindi alla fine è giusto che passino loro. Pensiamo sempre ai nostri tifosi, ci hanno seguito ovunque, oggi erano tanti. Mi dispiace per loro, però penso che si debba guardare avanti. Ora non dobbiamo crollare mentalmente. Dobbiamo reagire subito.

INZAGHI A SKY SPORT

Una volta andati in vantaggio abbiamo subito preso l’1-1 e c’è stato un blackout che non ci voleva, avevamo la qualificazione in pugno. C’è amarezza ma domenica abbiamo subito una grande chance che è il derby, dobbiamo recuperare energie fisiche e mentali. Abbiamo avuto lo stesso numero di occasioni, loro hanno segnato e noi no. Ci servirà da lezione per crescere. Abbiamo preso 4 gol di cui 2 autoreti, nel calcio succede. Abbiamo avuto l’occasione di sistemare la partita ma non l’abbiamo fatto, è stata una bellissima cavalcata condivisa con ragazzi e tifosi, che anche erano tantissimi. Il Salisburgo ha meritato la semifinale. Ripercussioni? C’è delusione ma dobbiamo essere fieri del nostro cammino in Europa e in campionato. Mancano 7 partite, nessuno ci ha regalato niente, ci giocheremo le nostre chance per raggiungere una posizione importante a fine stagione.

INZAGHI IN CONFERENZA STAMPA

Che è successo questa sera, in quei quattro minuti?
Una squadra che vuole andare in semifinale non può prendere l’1-1 dopo 30 secondi e 3 gol in 4 minuti. Prendere 4 gol in 18 minuti complessivi non va bene al di là delle autoreti. C’è rammarico, ma bisogna mettercelo alle spalle. È stata una bella cavalcata, ma non ce l’abbiamo fatta. Dobbiamo recuperare energie perché domenica c’è il derby.

I cambi?
Basta non stava bene, però avevo detto di tenere duro. Avevo Lukaku, Lulic è passato a destra. Poi ho inserito Felipe Anderson che ha avuto l’occasione del 2-1, ma nella ripartenza l’abbiamo subito. Ripeto una squadra come la nostra non può subire 4 reti in 18 minuti.

Il motivo del crollo?
L’1-1 ha rimesso in partita loro e il pubblico. Ci sono state 2 autoreti, ma dovevamo riuscire ad andare in semifinale. Stasera non abbiamo nulla da recriminare, visto che abbiamo preso 4 gol.

Che spirito al derby?
Ci saranno due spiriti differenti. In Europa abbiamo sbagliato 20 minuti, ma qui nessuno ti perdona. Bisogna però voltare pagina e pensare da subito al derby.

Perché hai arretrato Luis Alberto al posto di Milinkovic. Le certezze sono state minate?
Abbiamo perso lucidità. Luis Alberto e Milinkovic stavano facendo un’ottima gara, ma volevo inserire Felipe Anderson. Con il 2-1 sulla ripartenza sarei stato il più bravo del mondo, ora è giusto che ci siano critiche. Forse era scritta l’eliminazione: abbiamo avuto molto più occasioni di loro che in due tiri e mezzo hanno fatto 4 gol.

Sia come giocatore che come allenatore ha già subito 4 gol in 6 minuti?
Non mi era mai capitato, servirà da lezione a me e ai ragazzi. Dispiace non aver regalato la semifinale ai nostri tifosi che ci hanno seguito molto calorosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy