Laureus Awards, Totti: “Solo stando uniti usciremo da questo momento. Allenare? No, penso ad altro”

Lo storico capitano della Roma è a Montecarlo per la premiazione di questa sera

di Redazione, @forzaroma

Una parata di stelle. Il Red Carpet di Montecarlo s’illumina grazie ai tanti volti tra i quali spicca quello di Francesco Totti. Poco prima dell’inizio della cerimonia dei Laureus Sport Awards lo storico capitano giallorosso ha parlato ai microfoni di Sky:

Anche Totti entra a far parte della Laureus Academy.
Fortunatamente faccio parte anche io di questa squadra. Fiero di partecipare a questo evento, sperando di contribuire a questa causa bellissima.

Hai incontrato tanti amici come Cafu…
Molti ex compagni non li vedevo da tanto. Sono momenti in cui ti ritrovi e parli del passato, fa piacere. Sono pronti al progetto futuro.

Ci sono tanti grandi volti del mondo dello sport…
Ancora non li ho visti tutti. Uno in particolare è il mio amico Federer, è qui dietro a me. E’ una squadra diversa dal solito, ma molto significativa. I premi a Federer? Se non vince lui…

Più talento tu nel calcio o Federer nel tennis?
Lui a tennis, è una cosa fuori dal normale quello che sta facendo e che farà, perché penso che non smetterà. Gli riesce tutto con facilità.

Alleneresti la Roma in caso di necessità?
No no, ho altre cose a cui pensare. Gattuso dopo la partita mi ha detto di lasciar perdere.

Sul momento della Roma.
Ci sono tante cause quando ci sono problemi. Dobbiamo trovare l’unione e l’affiatamento tra squadra, tecnico e società e lasciare le chiacchiere fuori da Trigoria. In campo è quella la risposta migliore che possono dare i giocatori.

Sei scappato a Montecarlo per i disastri della neve a Roma?
No no, ieri sta lì e domani ci tornerò in tranquillità.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy