Lamela fa impazzire tutta l’Argentina: Che golazo!

di finconsadmin

?Che gol ha fatto??. Non l’hanno pensato solo i tifosi della Roma. Anche in Argentina si sono stropicciati gli occhi dopo aver visto la magia di Erik Lamela contro il Torino. Ol?, Clarin, La Nacion: la stampa si coccola il “Coco”, certa che il futuro della Selecci?n prima o poi passer? non soltanto per il sinistro (baciato dagli dei del calcio) di Messi, ma anche per quello di Lamela.

LA STAGIONE?
– Potente, preciso, o entrambi: quel tiro a giro sta diventando un marchio di fabbrica. In una stagione che fino ad ora non ha regalato grandi soddisfazioni alla Roma, il Coco ? una delle note positive: rispetto all’anno scorso il balzo in avanti ? evidente. Pi? forza, maggiore personalit? e, soprattutto, pi? incisivit? sotto porta, elemento che l’ha portato ad essere (ad oggi) il capocannoniere dei giallorossi con 14 reti. Il merito (diamo al boemo quel che ? del boemo) non pu? che essere in parte di Zeman, che lo ha educato anche ad una fase difensiva pi? costante.

?MERITA LA NAZIONALE??
– Ovvio, per?, che al di l? dell’oceano Lamela colpisca soprattutto per gesti tecnici come quello di ieri. Ol? grida al classico “Golazo!”, mentre Clarin sottolinea come risulti spesso tra i migliori della Roma. La Nacion d? molto risalto al gol e l’ennesima rete del Coco scatena un dibattito tra i tifosi: quasi tutti invocano una sua chiamata in nazionale. ?In attacco siamo messi bene?– scrive un utente –?Ma, Di Maria a parte, centrocampisti offensivi di livello non ci sono: Lamela e Pastore meritano un posto!?. Altro commento:??Ridicolo che non si convochi Lamela?. Oppure ancora: ?La cosa positiva di questo ragazzo ? l’audacia: ? una qualit? fondamentale per diventare un campione?. E via cos?.

SIRENE SPAGNOLE E INGLESI?
– Sabatini, il ds che lo ha portato a Roma facendo storcere la bocca a molti per il costo dell’operazione, ha sempre creduto ciecamente in un futuro da fuoriclasse per il Coco, tanto da scommetterci una carriera. Dopo due stagioni in Italia,?ora sono in tanti a pensarla allo stesso modo. Anche in Spagna e in Inghilterra. Ma perderlo dopo averlo visto crescere in modo esponenziale sarebbe veramente troppo doloroso per i tifosi romanisti.

 

FONTE corrieredellosport.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy