La Roma torna a Trigoria senza i nazionali. Il Milan smentisce l’interesse per Totti che è tentato dagli Usa

Doppia seduta per i giallorossi al centro sportivo “Fulvio Bernardini”, ma sono quattordici gli assenti per gli impegni con le nazionali. Berlusconi e Galliani smentiscono l’interesse per Totti: “Francesco deve concludere la carriera nella Roma”

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Dopo i tre giorni di riposo concessi da Luciano Spalletti i giallorossi tornano al centro sportivo “Fulvio Bernardini” di Trigoria per iniziare la preparazione alla delicata sfida contro la Lazio. Un allenamento solo per ‘pochi intimi’ vista l’assenza dei nazionali: ben quattordici giallorossi infatti sono impegnati in giro per il mondo (e per l’Africa): Florenzi e El Shaarawy (Italia), Dzeko, Pjanic e Zukanovic (Bosnia), Manolas e Torosidis (Grecia), Nainggolan (Belgio), Salah (Egitto), Digne (Francia), Szczesny (Polonia), Rüdiger (Germania), Gyomber (Slovacchia) e Uçan (Turchia U21). Doppia seduta per i presenti incentrata al mattino su palestra e lavoro in campo sul possesso palla, mentre il pomeriggio Spalletti ha fatto svolgere una partitella a campo ridotto contro alcuni ragazzi della Primavera. Assente Maicon che per due gironi usufruirà di un permesso del club.

TOTTI, SMENTITA PISTA MILAN – Presente alle due sedute invece Francesco Totti, sempre protagonista per le voci di mercato che lo circondano. Il futuro del capitano giallorosso, infatti, è ancora un punto interrogativo e, qualora non rinnovasse il contratto con il club giallorosso, potrebbe anche decidere di accettare un’offerta dall’estero (su di lui ci sono diversi club della MLS). Di certo il futuro del numero dieci non sarà in Italia, con una maglia diversa da quella indossata per più di vent’anni. A smentire l’indiscrezione di un possibile interessamento del Milan per Totti ci hanno pensato proprio il numero uno e due del club rossonero. Prima Berlusconi a Teleradiostereo: “Le bandiere non si comprano. E’ bello che un calciatore possa restare in società anche dopo la carriera e auguro alla Roma e Francesco di trovare un accordo”, poi Galliani a Forzaroma.info: “Totti al Milan? Impossibile”. L’ad rossonero non chiude però le porte a un possibile arrivo di Sabatini, che a giugno scioglierà il proprio contratto che lo lega alla Roma: “Walter è un amico, ma per il momento non è previsto”.  

ADDIO A CRUYFF – Totti oggi è tornato a parlare, purtroppo per una notizia che ha sconvolto il mondo del calcio. Si è spento questa mattina all’età di  68 anni una leggenda dello sport, Johan Cruyffvittima di un cancro ai polmoni. Il capitano giallorosso attraverso il sito ufficiale della società ha voluto esprimere il proprio cordoglio per la scomparsa del campione olandese: “Oggi è un giorno triste per il mondo del calcio. Ci ha lasciato una delle sue leggende, un giocatore che con la sua tecnica e la sua creatività ha dato lustro a questo sport e che ha fatto divertire il pubblico, sia sul campo sia dalla panchina.Sarebbe stato un onore affrontarlo sul campo”. 

MERCATO – Nonostante la giornata di lutto per il calcio, il mercato non si ferma mai. I nomi più gettonati della giornata sono stati Dzeko e Ljajic. La trattativa più intrigante potrebbe riguardare l’Inter: secondo l’emittente radiofonica Centrosuonosport, la società di Trigoria avrebbe mandato in esplorazione alcuni intermediari per chiedere la disponibilità di Erick Thohir a privarsi di Mauro Icardi, in cambio proprio del serbo e del bosniaco. I due giocatori provenienti dalle terre balcaniche potrebbero finire anche in Cina, in un asse che, come riporta La Repubblica, comprenderebbe anche Iturbe e Doumbia.

DOUMBIA, RECORD DI MULTE – L’attaccante ivoriano, che a gennaio aveva rifiutato la destinazione asiatica per cercar fortuna in Premier League, si è reso protagonista di una curiosa vicenda. il giocatore infatti ha registrato la sua BMW all’indirizzo di un noto circolo artistico di Newcastle, dove continua a parcheggiare senza autorizzazione. La conseguenza sono decine di multe, destinate sì al giocatore ma che vengono indirizzate al circolo. «Doumbia si è registrato nel nostro edificio e noi continuiamo a ricevere le sue multe», il commento stizzito dell’associazione che sul proprio profilo Twitter ha pubblicato la foto di una delle tante sanzioni arrivate.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy