La Roma in Champions sbaglia l’approccio. Sei gol su otto incassati nella prima mezz’ora

Domani all’Olimpico i giallorossi sono chiamati a vincere per non spegnere anzitempo il sogno ottavi, e indirizzare a proprio favore il risultato da subito sicuramente li aiuterà ad ottenere il traguardo che anche l’anno scorso sfumò

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Alla vigilia del secondo, decisivo, confronto con il Leverkusen e dopo tre gare in stagione in Champions League la Roma si trova davanti ad un dato significativo: sei degli otto gol subiti sono stati incassati dai giallorossi entro la prima mezz’ora di gioco. I gol di Suarez e Stasevich, e le doppiette di Mladenovic e del Chicharito Hernandez sono arrivati prima del minuto numero 30. Tanti, troppi per non dire che forse la formazione di Garcia in queste tre occasioni europee è scesa in campo con l’atteggiamento sbagliato. E’ altrettanto vero che i giallorossi finora non sono mai passati in vantaggio per primi, anzi i gol, anche se non abbastanza per recuperare o vincere, sono arrivati dalla mezz’ora in poi (a parte il gol di De Rossi segnato al Leverkusen un giro d’orologio prima del trentesimo). L’eurogol di Florenzi è giunto al 31′, in Bielorussia la Roma si è ripresa solo dal 66′ e a Leverkusen la momentanea rimonta si è consumata tra il 29′ ed il 73′.

Il bilancio però, nonostante la differenza reti di -1, è negativo e condanna la Roma all’ultimo posto della classifica del Girone E a quota due punti. Domani all’Olimpico i giallorossi sono chiamati a vincere per non spegnere anzitempo il sogno ottavi, e indirizzare a proprio favore il risultato da subito sicuramente li aiuterà ad ottenere il traguardo che anche l’anno scorso sfumò.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy