Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

La Roma asfalta l’Empoli 4-2: Abraham e Oliveira, uno spettacolo

Getty Images

Primo tempo da sogno, nel secondo i giallorossi si cullano e rischiano la rimonta. Doppietta di Abraham, che arriva in doppia cifra in Serie A

Valerio Salviani

Come dottor Jekyll e Mr. Hyde, la Roma cambia forma da un tempo all’altro, ma stavolta non è abbastanza autolesionista per togliersi i tre punti, che dopo 45’ sembravano scontati. La squadra di Mourinho vince 4-2, grazie a un primo tempo da sogno nel quale riesce a segnare tutte e quattro le reti di giornata. Abraham ne fa due, gli fanno compagnia sul tabellino Sergio Oliveira e Zaniolo. Dal 46’ la Roma stacca la spina e l’Empoli si riavvicina pericolosamente fino al 2-4 finale. Pinamonti e Bajrami spaventano Mourinho, che neanche oggi può godersi gli ultimi minuti senza soffrire. Alla fine i giallorossi esultano e vanno alla sosta con tre punti in più, che aumentano le speranze per il ritorno sul treno quarto posto.

Roma da sogno: quattro reti in un tempo solo

Mourinho prova a sorprendere Andreazzoli e torna alla difesa a tre, con Smalling di nuovo al centro e Mancini-Ibanez ai lati. La coppia offensiva è formata da Zaniolo e Abraham. “Empatici” dice Mourinho nel prepartita. Dopo due minuti il numero 22 è protagonista di un episodio dubbio in area, quando Bandinelli lo colpisce da dietro e lo fa cadere a terra. Nicolò protesta, ma per Fabbri e il Var è tutto regolare. La partita per i primi 20 minuti resta in equilibrio. L’Empoli spaventa i giallorossi con un tiro di Bajrami, Zaniolo risponde con una conclusione respinta quasi sulla linea da Ismajili. Dal 24’ comincia la tempesta perfetta, che dura fino al 37’, quando la Roma si ritroverà avanti 4-0. Apre le marcature Abraham, che arpiona un tiro di Sergio Oliveira, si gira in un fazzoletto e fulmina Vicario con un destro secco.

Al 32’ arriva il raddoppio, ancora con Tammy Abraham che di testa dopo una mischia in area riesce a mettere in rete il suo decimo centro in Serie A (migliore inglese di sempre). Vicario aveva respinto e Mancini aveva ribadito in porta, ma con il supporto del gol technology la Lega Serie A ha assegnato la rete al numero 9. Passano tre minuti e arriva il tris firmato Sergio Oliveira, che “pulisce” un pallone sporco con un tiro di collo che finisce all’incrocio. Chiude il poker Zaniolo, servito da Mhitaryan dopo un gran contropiede aperto da un tacco di prima di Abraham. Festeggia il numero 22, che riesce a segnare il suo secondo gol in questo campionato. A fine primo tempo il match sembra già in ghiaccio.

L’Empoli si sveglia, ma non basta: la Roma vince 4-2

In avvio di ripresa succede che la Roma torna in campo molle e appagata e l’Empoli invece con la voglia di riaprire la sfida, nonostante il passivo. Così dopo nove minuti di pressing offensivo, Pinamonti segna la rete dell’1-4. Bandinelli a sinistra supera agilmente Karsdorp e mette in mezzo, l’ex Inter riceve, stoppa, calcia e fa gol. Mourinho si infuria, nonostante un risultato ampiamente ancora sotto controllo. Il primo a pagare il rientro in campo sottotono è Maitland-Niles, che viene sostituito da Vina. Il pressing dell’Empoli si sgonfia piano piano, ma la squadra di Andreazzoli continua a dare l’impressione di poter fare male ogni volta che attacca la porta di Rui Patricio. E al 71’ arriva anche la rete del 2-4. Bajrami con tanto spazio calcia da fuori area e trova la deviazione fortunata di Mancini, che alza la palla quel tanto che basta per ingannare Rui Patricio.

Mourinho cerca aiuto ancora in panchina. Esce Mkhitaryan, tra i migliori dei suoi, ed entra Veretout. Lo Special One cerca di dare fisicità al centrocampo, dopo l’Empoli sta facendo la differenza. Spazio anche a Felix per Zaniolo, esausto. La Roma non riesce più a essere pericolosa, ma soffre fino alla fine. Gli ultimi dieci minuti cominciano sul risultato di 2-4. Pinamonti fa ancora venire i brividi a Rui Patricio, con un colpo di testa che però si spegne nelle mani del portiere portoghese. I quattro minuti di recupero assegnati da Fabbri non sono abbastanza per l’ultimo assalto dei toscani, che alla fine devono arrendersi.

 

Il tabellino di Empoli-Roma 2-4

Marcatori: 24’ Abraham, 33’ Abraham, 35’ Oliveira, 37’ Zaniolo, 55’ Pinamonti, 72’ Bajrami

Empoli (4-3-2-1): Vicario; Fiamozzi, Ismajli, Tonelli, Marchizza (43’ Viti); Zurkowski, Ricci, Bandinelli (83’ Benassi); Bajrami, Henderson (81’ Cutrone); Pinamonti. A disp. Ujkani, Furlan, Stojanovic, Asllani, Romagnoli, Rizza, Pezzola, La Mantia. All. Andreazzoli

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Oliveira, Cristante, Mkhitaryan (75’ Veretout), Maitland-Niles (59’ Vina); Zaniolo (79’ Afena-Gyan), Abraham. A disp. Fuzato, Boer, Kumbulla, Bove, Zalewski, Keramitsis, Perez, Shomurodov, El Shaarawy All. Mourinho

Arbitro: Fabbri. Guardalinee: Alassio - Rocca. Quarto Uomo: Giua. VAR: Abisso. AVAR: Prenna.

NOTEAmmoniti: 52’ Mancini, 63’ Tonelli, 83’ Benassi, 85' Cristante