La Roma annulla lo Shakhtar (2-1) e vola ai quarti di Europa League – FOTO

I giallorossi gestiscono il vantaggio e passano il turno senza faticare. Mayoral segna una doppietta. Domani il sorteggio

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Missione compiuta. La Roma batte lo Shakhtar 2-1 e approda ai quarti di finale di Europa League per la prima volta nella sua storia (domani il sorteggio). Non riesce la rimonta agli ucraini, mai davvero convinti di poter compiere l’impresa. La squadra di Fonseca gestisce lo 0-0 nel primo tempo e graffia nel secondo con Mayoral, che realizza una doppietta. Domani mattina il ritorno nella capitale, poi il primo allenamento in vista del Napoli, ospite all’Olimpico domenica sera.

Shakhtar lento e poco incisivo: la Roma controlla il vantaggio

La Roma parte con un vantaggio di tre gol, ma a Kiev nessuno ha intenzione di abbassare la guardia. A cominciare da Fonseca, che tiene a riposo Mancini, ma manda in campo sia Spinazzola che Karsdorp. Lo Shakhtar prova a partire forte con un pressing alto e aggressivo, ma le prime occasioni ce le ha Mayoral, pericoloso due volte nei primi cinque minuti. La Roma lascia il possesso palla ai padroni di casa e prova a colpire verticalizzando dal centralmente. Nel primo quarto d’ora però sbaglia tanto soprattutto con i passaggi decisivi. Dopo 15 minuti complicati la squadra di Fonseca riesce ad alzare il baricentro per un momento senza rendersi pericolosa, poi cede di nuovo le redini allo Shakhtar.

Alan Patrick al 25’ impegna Pau Lopez in una parata a terra con un tiro da fuori area. Al 34’ Junior Moraes anticipa Ibanez e di testa spaventa Pau Lopez, che vede sfilare la palla sul fondo alla sua destra. Dopo una testata fortuita di Kumbulla in avvio, il brasiliano non è al top e Fonseca pensa al cambio. Il numero 3 stringe i denti e chiede di restare in campo. Lo Shakhtar continua a fare la partita, ma il giro palla degli ucraini è lento e aiuta le chiusure della Roma, che controlla il vantaggio. Alla fine del primo tempo il risultato è bloccato sullo 0-0.

Mayoral “mata” lo Shakhtar: Roma ai quarti di finale

La partita di Ibanez finisce al 45’. Dopo l’intervallo Fonseca manda in campo Mancini al suo posto. Mayoral invece resta in campo e al 48’ mette la pietra tombale sulla qualificazione. Karsdorp si invola a destra, vince un rimpallo e mette in mezzo, lo spagnolo si avventa sulla palla e con la testa spiazza Trubin. Roma in vantaggio e Shakhtar costretto adesso a segnare cinque reti in poco più di 40’. Gli ucraini mollano completamente le briglie, Pedro ha sui piedi l’occasione per il raddoppio, ma spara fuori da posizione favorevole. Poco dopo Mayoral ha l’occasione per la doppietta, però stavolta il suo colpo di testa è centrale e viene bloccato dal portiere dei neroarancio. Con la qualificazione in ghiaccio Fonseca dà spazio a Calafiori, Peres e Pellegrini.

Al 59’ arriva il gol della bandiera per lo Shakhtar: segna Junior Moraes, che in scivolata sfrutta bene l’assist di Patrick. Il gol non riaccende i padroni di casa, che aspettano solo il fischio finale. E al 72’ la Roma trova la rete del 2-1. A festeggiare è ancora Mayoral, che sfrutta bene l’assist di Perez e davanti alla porta non può sbagliare. È il tredicesimo gol stagionale per lo spagnolo, miglior marcatore stagionale della squadra contando tutte le competizioni. All’82’ Pau Lopez evita il gol del pari con una bella parata su un tiro di Marlos. Gli ultimi minuti sono “garbage time”. Trubin evita il 3-1 in extremis, chiudendo la porta a Perez. Al fischio finale è 2-1 per la Roma, che si porta a casa anche il premio Uefa per la vittoria.

Il tabellino di Shakhtar-Roma 2-1 (1-5)

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Trubin; Dodo (81′ Bolbat), Vitao, Kryvtsov, Matvienko; Marcos Antonio, Maycon; Alan Patrick (60′ Konoplyanka), Tete (60′ Marlos), Moraes (76′ Dentinho); Solomon (77′ Sudakov).
A disp.: Shevcenko, Pyatov, Khocholava, Marquinhos, Bondar, Taison, Fernando.
Allenatore: Castro.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Ibanez (46′ Mancini), Cristante, Kumbulla; Karsdorp (58′ Peres), Villar, Diawara (58′ Pellegrini), Spinazzola (58′ Calafiori); Carles Perez, Pedro (75′ El Shaarawy); Mayoral.
A disp.: Mirante, Fuzato, Santon, Dzeko.
Allenatore: Fonseca.

Arbitro:  Antonio Mateu Lahoz
Assistenti: Pau Cebrián Devís e Roberto del Paloma
IV Uomo: Xavier Estrada Fernandez
VAR:  Alejandro Hernández
AVAR: Ricardo de Burgos.

Marcatori: 48′ e 72′ Mayoral, 59′ Junior Moraes

NOTE Ammoniti: 25′ Ibanez, 38′ Marcos Antonio, 55′ Alan Patrick, 57′ Karsdorp

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy