Kuyt a FR: “Karsdorp è triste per l’infortunio, ma la Roma se lo godrà a lungo”

L’ex Liverpool ha parlato in esclusiva del terzino giallorosso, suo ex compagno e amico: “Migliorerà ancora e tornerà più forte”

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Non è certo questa la stagione che Rick Karsdorp immaginava, quando lo scorso maggio alzava la coppa di campione d’Olanda con il Feyenoord, in una stagione che l’ha consacrato tra i migliori terzini giovani d’Europa. A fargli da chioccia nella sua ex squadra Dirk Kuyt, capitano ma soprattutto amico. Tra i primi a fargli gli auguri e a complimentarsi con la Roma dopo il trasferimento, lo scorso giugno, e al suo fianco ora. “Ci sentiamo spesso. – ha raccontato in esclusiva a ForzaRoma.info l’ex Liverpool -. È davvero molto sconfortato per questo lungo infortunio”.

DESTINO – Dal Feyenoord al Feyenoord. Una strada lunghissima quella di Kuyt, prima di tornare nel club che l’aveva lanciato quando aveva poco più di 20 anni. Prima di chiudere la carriera, l’impresa di riportare sul tetto d’Olanda la squadra del cuore dopo 18 anni. Al suo fianco Karsdorp, tra i protagonisti di quella stagione. “È uno dei terzini offensivi più talentuosi al mondo. Sia io che lui sappiamo che tornerà più forte di prima”, ci racconta. Un uomo squadra Kuyt, “un po’ come Totti” aveva detto proprio Karsdorp.

FUTURO – Non può piovere per sempre. Karsdorp vede la luce in fondo al tunnel. Da giugno a oggi solo 81 minuti, contro il Bologna. In mezzo due operazioni e tanto allenamento. “Il futuro però è dalla sua parte – dice Kuyt -. Sono sicuro che Rick migliorerà ancora e la Roma potrà goderselo per tanti anni in futuro”. Karsdorp ha fatto 23 anni lo scorso febbraio. Monchi l’ha strappato alla concorrenza mettendo sul piatto 20 milioni. Una carriera davanti e l’obiettivo di tornare a giocare in questa stagione, per poi prendersi definitivamente la Roma nella prossima.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. encat - 3 anni fa

    questo da quando è arrivato solo problemi…boh, speriamo non faccia la fine di Strootman, che non è mai più riuscito a tornare ai livelli pre-infortunio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy