Juventus, entusiasmo Champions per trasferta con la Roma

di Redazione, @forzaroma

Obiettivo, mantenere l’entusiasmo europeo in campionato. Ipotecati i quarti di finali di Champions League con l’impresa di Glasgow, la Juve si rituffa nella lotta scudetto fortificata, oltre che dal risultato, dalla consapevolezza di aver acquisito una dimensione europea. C’e’ la trasferta di Roma, ci sono cinque punti di vantaggio sul Napoli da mantenere. ”Il nostro primo obiettivo e’ chiaramente ripeterci in campionato, ma alla Champions ci pensiamo, eccome, anche se sappiamo che sara’ molto difficile arrivare sino in fondo”, dice Martin Caceres. Con il Celtic, i bianconeri hanno saputo soffrire e poi colpire al momento giusto, concretizzando le opportunita’ create. Elemento, quest’ultimo, non secondario a livello internazionale. Tante volte la squadra di Conte non ha saputo essere cinica sotto porta in Italia; ora la tendenza sembra essere cambiata. Anche perche’ al consueto apporto dei gol dei centrocampisti si sta aggiungendo il peso decisivo degli attaccanti. E il risveglio di Matri e’ un indizio in questo senso.

 

Nel 2013 l’attacco bianconero ha cambiato marcia. Nelle dieci partite giocate nel nuovo anno, 11 reti sulle 18 totali (realizzate tra campionato, Champions e Coppa Italia) portano la firma del reparto avanzato. Vale a dire il 61,1%. Nelle precedenti 25 gare della stagione, giocate nel 2012, i gol sono stati 52 e 25 sono arrivati dagli attaccanti, il 48,1%. Numeri alla mano, la svolta e’ evidente, soprattutto per Matri: 4 gol nel nuovo anno, 3 consecutivi. Stesso bottino per Vucinic, a segno con Milan in Coppa Italia, Udinese, Fiorentina e Celtic. Giovinco e’ a quota due, Quagliarella a uno. Matri-Vucinic, dunque, e’ la coppia meglio assortita anche se a Roma Conte potrebbe momentaneamente scioglierla per dare un turno di riposo al montenegrino: martedi’ ha giocato con una vistosa fasciatura al ginocchio destro, che gli aveva dato problemi con la Fiorentina, e sabato sera potrebbe partire dalla panchina. Giovinco e’ favorito su Quagliarella e Anelka per fare da spalla a Matri.

 

Contro i giallorossi, Conte non potra’ contare sugli squalificati Marchisio e Peluso: il primo verra’ sostituito da Pogba, mentre al posto dell’ex atalantino (visto anche l’infortunio di De Ceglie) dovrebbe partire titolare Asamoah. Il ghanese torna a disposizione dopo aver saltato ben dieci partite per la Coppa d’Africa. (ANSA)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy