Iturbe cuore giallorosso: “Se muoio e resuscito, torno alla Roma”

L’argentino: “A Roma ero un un ragazzino felice, volevo giocare bene e mi allenavo tantissimo. Ho mantenuto buoni rapporti con tutti”

di Redazione, @forzaroma

Juan Manuel Iturbe, attaccante del Pachuca, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport. L’argentino ha parlato anche della sua esperienza in Italia con le maglie di Hellas Verona e Roma. Queste le sue parole:

Quando mi hanno chiesto di andare a Verona, ho detto subito di sì, ma non ero pronto. E’ stata la cosa migliore che ho fatto. Non sapevo la lingua, ma tutti mi hanno aiutato. Ora sono sposato e a mia moglie racconto che è una città unica. A Roma ero un un ragazzino felice, volevo giocare bene e mi allenavo tantissimo. Noi eravamo secondi e la cosa più importante era la qualificazione in Champions. Ho mantenuto buoni rapporti con tutti. Se muoio e resuscito, torno alla Roma“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy