Italia, Pellegrini: “Dovevamo vincere, c’è rammarico. Mi sento una mezzala”

Il centrocampista della Roma ha parlato ai margini del pareggio degli Azzurri in Nations League contro la Polonia.

di Redazione, @forzaroma

Da Danzica, ai microfoni di Rai Sport, arrivano le dichiarazioni nel postgara di Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista della Roma è stato tra i più positivi nello 0 a 0 dell’Italia contro la Polonia. Queste le sue parole: “Fa sempre piacere giocare, il mister mi aveva detto che avrei potuto essere schierato in un ruolo non mio. Abbiamo avuto tantissime occasioni, dovevamo segnare ma il campo era impresentabile e non ci ha aiutato”.

Il campo in pessime condizioni ha pesato tanto…

Non ho mai giocato su un campo così, in alcuni punti era impraticabile. Ho tirato due volte un corner direttamente fuori, mai vista una cosa del genere.

Mancini ti ha voluto sulla sinistra oggi…

Il mister mi chiede di venire dentro e mettermi tra le linee, mi sento molto a mio agio perché è quello che mi riesce meglio. Non sono abituato a questa fase difensiva ma faccio del mio meglio per aiutare la squadra.

Qual è il tuo ruolo ideale?

Mi piace fare la mezzala, mi piace giocare, toccare tante volte il pallone ma anche inserirmi. L’importante comunque è giocare sempre per continuare a crescere.

Avete consolato Chiesa per l’errore?

Siamo rammaricati, dopo una partita del genere sentiamo di aver perso per strada due punti. Al di là del suo errore tutti potevamo fare scelte diverse per trovare il gol, ora dobbiamo battere l’Olanda mercoledì.

6.5 è un voto giusto alla tua prestazione?

Non so se è un voto meritato, speravo di segnare perché sarebbe stato importante per me e per la squadra. Abbiamo fatto una grande partita ma dovevamo vincere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy